Il Ministro Toninelli dice no al limite di 150 km/h: "Velocità causa troppi incidenti"

Il Ministro Toninelli dice no al limite di 150 km/h: 'Velocità causa troppi incidenti'
di

Spesso abbiamo parlato della velocità e di come sia, insieme alla distrazione, una delle cause principali di incidente e di morte sulle strade d'Italia e d'Europa. Proprio l'UE ha votato per l'obbligo ai limitatori di velocità automatici dal 2022, nel frattempo nel nostro Paese si pensava di innalzare il limite a 150 km/h su alcune autostrade.

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli ha però fatto sapere, tramite una nota, di essere contrario - insieme a tutto il Movimento 5 Stelle - all'innalzamento. "Siamo contrari, semplicemente. I tecnici ci dicono che le principali cause di morte, incidenti e collisioni gravi sono dovuti alla velocità, dunque l'innalzamento del limite a 150 km/h è fuori dal tavolo, adesso".

Quella che sembrava una modifica imminente, pare sia destinata a rimanere una proposta senza attuazione, almeno per ora. "Non ho pregiudizi verso l'idea, parlando con altri omologhi di altri Paesi però ho potuto constatare che molti stanno andando indietro sulla velocità, rivedendo i limiti al ribasso, non al rialzo. Londra ad esempio permette di circolare a 20 km/h nei centri urbani, Madrid a 30 km/h. Dobbiamo uniformarci, inoltre l'obiettivo è spostarsi meglio e di più con mezzi alternativi." Di recente, il ministro Toninelli a Tg2 Motori ha parlato di elettrico e diesel, creando non poco trambusto.

FONTE: Ansa
Quanto è interessante?
3