Milioni di Toyota, Hyundai e Kia si possono rubare in pochi secondi, lo studio

Milioni di Toyota, Hyundai e Kia si possono rubare in pochi secondi, lo studio
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Di cosa parliamo quando nominiamo il "Key Fob"? Di una tecnica di clonazione che permette ai malintenzionati di "sniffare" i segnali emessi dalle chiavi originali delle auto e utilizzarli per aprire le vetture senza grossi sforzi. Ebbene questo sistema è ancora molto usato poiché tantissimi modelli in circolazione non sarebbero immuni.

A dirlo ovviamente non siamo noi ma una nuova ricerca, secondo cui le auto più a rischio furto con questa metodologia sarebbero le (vecchie) Toyota, Hyundai e Kia - tre produttori che usano (o usavano) la medesima crittografia della Texas Instruments. Grazie a un "buco" nel sistema, i malintenzionati sono in grado di captare il segnale RFID usando un lettore o una trasmittente.

Perché questo avvenga, è sufficiente che i ladri se ne stiano al di fuori di un'abitazione per captare il segnale (ecco magari non posate le chiavi vicino alla porta d'entrata se avete l'auto parcheggiata nel vialetto di fronte) e "allungarlo" fino alla vettura, che così si apre come per magia.

I suddetti produttori hanno utilizzato per anni una crittografia a 24 bit facilmente hackerabile, bastano infatti "pochi millisecondi e un computer" per aprirle secondo quanto riportato da Gizmodo. Hyundai ovviamente ha risposto alla cosa dicendo che nessuna delle sue auto affette da questo problema viene venduta negli Stati Uniti, mentre Toyota ha detto che la vulnerabilità riguarda vecchi modelli non più a listino. Quando la tecnologia insomma ci mette i bastoni fra le ruote...

FONTE: TheDrive
Quanto è interessante?
1
Milioni di Toyota, Hyundai e Kia si possono rubare in pochi secondi, lo studio