La Mercedes-Benz EQS è tra noi: 770 km di range e una tecnologia inarrivabile

La Mercedes-Benz EQS è tra noi: 770 km di range e una tecnologia inarrivabile
di

Dopo una lunga ed estenuante attesa possiamo finalmente posare gli occhi sulla nuovissima Mercedes-Benz EQS, la quale è stata per molti mesi sotto i riflettori soprattutto per due aspetti: l'eccellente livello tecnologico dell'abitacolo e le caratteristiche tecniche ed estetiche del prodotto di lusso.

E' palese, osservando con cura la galleria di immagini in calce, che il team addetto al design ha ammorbidito sensibilmente le linee rispetto al concept presentato nel 2019. L'alternativa elettrica alla Serie S quindi sta coi piedi per terra, anche se lo stile è indiscutibilmente futuristico, dentro e fuori dall'abitacolo.

Fuori la silhouette è davvero interessante, con il tettuccio che forma un lungo e docile arco il quale va a congiungersi con un cofano che tende verso l'asfalto. Il muso è sprovvisto di una griglia tradizionale, dove troneggia l'ampio logo della stella a tre punte. L'aspetto che probabilmente salta subito all'occhio è però da ricercare nella bicromia della macchina, dove la parte alta va ad assumere tonalità scure e quella a bassa un colore chiaro. Il retrotreno infine si esalta proprio grazie a questo contrasto, segnato di netto dalla presenza dei fari a LED che attraversano la vettura in tutta la sua larghezza.

Dell'abitacolo abbiamo già discusso a più riprese, e anche stavolta è impossibile negare un altissimo livello di ricercatezza nella selezione di materiali di qualità con tonalità chiare e un'atmosfera ariosa contraddistinta dal gigantesco sistema MBUX Hyperscreen. Quest'ultimo, gestito da 8 CPU, 24 GB di RAM e dall'aggiornatissimo software, permette al conducente di gestire il quadro strumenti di fronte a sé e tutto il resto grazie alla gargantuesca unità centrale touchscreen, dove il feedback aptico restituisce agli utenti una risposta ad ogni tocco.

Anche le specifiche tecniche possono stupire poiché, anche se si parte da un modello con "soli" 333 cavalli erogati da un singolo motore, sarà disponibile sin dal lancio una variante a doppio motore e trazione integrale in grado di scaricare sull'asfalto 523 cavalli di potenza e 854 Nm di coppia per uno scatto da 0 a 100 km/h da 4,3 secondi nonostante un peso complessivo di 2480-2585 chilogrammi. Il brand tedesco sta oltretutto lavorando a una EQS stratosferica: arriverà in commercio con 720 cavalli di potenza e probabilmente un badge AMG.

Un aspetto molto importante per una vettura elettrica è di sicuro l'autonomia. La Mercedes-Benz EQS non delude neanche sotto questo punto di vista: il modello più costoso garantirà 770 km di range per singola carica attraverso un pacco batterie da 107,8 kWh. I clienti meno esigenti potranno però buttarsi su una batteria da 90 kWh senza preoccuparsi di "rimanere a secco". Sulla ricarica la EQS non riesce a pareggiare i 350 kW alla colonnina della Porsche Taycan, ma tramite una potenza di 200 kW Mercedes afferma che in 15 minuti sarà possibile ottenere un range di 300 chilometri.

Infine non mancherà la tecnologia di guida autonoma proprietaria Drive Pilot, la quale lascerà libero il conducente di lasciare il volante fino ai 60 km/h, anche se la legislazione dei vari Paesi deve ancora mettersi al passo. Un altro elemento da menzionare è una funzionalità forse superflua ma comunque molto intrigante: la EQS aprirà le portiere mentre vi avvicinate ad essa e le chiuderà quando, una volta entrati nell'abitacolo, poggerete il piede sul pedale del freno.

Adesso siamo estremamente curiosi di conoscere i prezzi per il mercato italiano, ma non possiamo aspettarci un prodotto economico: per ora si parla di cifre di partenza non lontane dai 100.000 euro.

FONTE: carscoops
Quanto è interessante?
3
Mercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQSMercedes-Benz EQS