Mercedes-Benz Classe S a tu per tu col test dell'alce: com'è andata?

di

Prima o poi, il test dell'alce tocca a tutti. Si tratta di una prova per la quale le vetture devono simulare l'incontro in strada con un grosso animale, provando quindi a schivarlo rapidamente a 77 km/h per poi ritornare immediatamente nella propria corsia nel modo più pulito possibile.

In genere queste manovre sono in grado di mettere in difficoltà qualunque modello, ma a soffrirle sono per lo più i grossi SUV e le utilitarie, che molto spesso abbattono più di qualche cono. Del resto neanche le grosse ammiraglie come la Classe S sono particolarmente portate per il test dell'alce, e in effetti il primo tentativo a 77 km/h si è concluso malissimo. In questo caso però il conducente ha ammesso le sue colpe: una scarsissima familiarità col veicolo.

L'automobilista quindi, dopo aver preso un po' la mano con la berlinona tedesca, ha deciso di attivare l'ottima modalità Sport+ e di provarci nuovamente ottenendo una buona performance a 74 km/h. Una ultima prova a 76 km/h non è andata affatto male, ma due coni ci hanno rimesso la pelle.

In linea di massima la Mercedes-Ben Classe S si è posizionata nella media dei modelli testati dai ragazzi del canale YouTube km77.com battendo il Toyota RAV4 ibrido, LA Mazda MX-30 o il Mitsubishi L200. Le regine del test dell'alce restano però la Tesla Model 3 e la Toyota GR Yaris.

Nel frattempo la casa automobilistica di Stoccarda si è messa a sviluppare una sorta di alternativa completamente elettrica alla Classe S: la avveniristica Mercedes-Benz EQS. Da parte nostra ci domandiamo se quest'ultima riuscirà a migliorare sensibilmente la performance della sorella a motore termico ma per il momento, nonostante sia già entrata in produzione, non possiamo far altro che attendere.