Mercato EV per nulla redditizio in Cina: le vendite salgono, ma non abbastanza

Mercato EV per nulla redditizio in Cina: le vendite salgono, ma non abbastanza
di

Se da una parte Tesla chiude il trimestre migliore di sempre raggiungendo numeri da record per le vendite dei suoi veicoli elettrici, in Cina alcuni noti produttori di auto elettriche stanno mostrando che il loro mercato a oggi sembra tutt’altro che redditizio: ecco i numeri diffusi dalle stesse aziende.

Come riportato da Auto News, i leader dell'ondata cinese di veicoli elettrici, Xpeng, Li Auto e Nio, sono tutti in perdita nonostante l’aumento delle consegne. Si parla per l’esattezza, rispettivamente, di aumenti delle spedizioni del 98%, del 63% e del 14%, con un massimo di 34,422 veicoli nel secondo trimestre per Xpeng. Ciononostante, la perdita netta è aumentata per tutti i marchi.

Proprio nel caso di Xpeng si parla di 376 milioni di dollari di perdite nel Q2 2022, in aumento del 126%; per Li Auto sono 90 milioni di dollari, in aumento del 172%; infine, nel caso di Nio le perdite ammontano a 393 milioni di dollari, salite addirittura del 370%. L’unico marchio in controtendenza è il più grande produttore cinese di veicoli elettrificati, BYD, che ha venduto 641.350 veicoli nella prima metà dell'anno con un profitto salito del 206% a 505 milioni di dollari.

Non vengono chiarite le cause di queste perdite, probabilmente imputabili a un mercato che deve ancora crescere a dovere in Cina, migliorare le tecnologie di produzione e diminuire i costi.

Tornando in casa Tesla, a quanto pare la società vuole un Q3 da record con numeri ancora più alti per vendite e consegne.

FONTE: Auto News
Quanto è interessante?
1