Mercato dell'auto a picco nel Regno Unito, cosa sta succedendo?

Mercato dell'auto a picco nel Regno Unito, cosa sta succedendo?
di

Nel Regno Unito la registrazione di nuovi veicoli ha avuto una sonora battuta d'arresto nel mese di luglio. Il colossale calo nelle vendite del marzo 2020 era assolutamente plausibile per via della crisi pandemica, ma tutto lasciava presagire che la ripresa avviata dall'industria dei veicoli nella seconda metà del 2020 sarebbe proseguita.

In parte ciò è accaduto e i numeri positivi si sono protratti fino a giugno, ma per il mese di luglio la Society of Motor Manufacturers and Traders (SMMT) ha rilevato un calo nelle vendite pari al 29,5 percento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

A luglio gli automobilisti britannici hanno acquistato 123.296 nuovi veicoli nonostante le concessionarie siano aperte e pienamente operative. Secondo SMMT la ragione del crollo è da attribuire alla persistente scarsità globale di semiconduttori, la quale sta affliggendo il settore auto e non solo.

In pratica molti possibili acquirenti non hanno avuto modo di portarsi a casa il modello di auto preferito, e a far calare la quantità di scorte sono state anche le misure del governo UK, poiché il tracciamento dei contagiati ha provocato una ovvia mancanza di personale su alcune linee produttive.

Tutto questo ha condotto ai numeri più bassi dal 1998, e in base alle prime analisi la situazione potrebbe non migliorare affatto nel mese attualmente in corso. D'altra parte la popolarità dei veicoli plug-in hybrid e completamente elettrici continua a crescere, poiché le due tipologie di alimentazione hanno avuto rispettivamente un market share dell'8,0 percento (9.900 unità) e del 9,0 percento (11.139 unità). In effetti sono i modelli a batterie a tenere a galla il settore, ma il momento nel complesso non fa ben sperare.

"Il settore automotive continua la sua battaglia contro la scarsità di semiconduttori e dello staff, i quali stanno sgonfiando la nostra abilità di trasformare un'economia prospettivamente in crescita in una piena ripresa." Queste le parole nel merito di Mike Hawes, CEO di SMMT.

In seguito Hawes ha dovuto ammettere la necessaria revisione al ribasso delle stime per il resto del 2021, ma non ha mancato di sottolineare la luce in fondo al tunnel incarnata dalla costante crescita dei modelli elettrificati. A giugno infatti le elettriche hanno eguagliato per market share i veicoli a motorizzazione diesel, per cui il sentiero verso un 2030 privo di concessionarie piene di modelli con motore termico si avvicina a passo rapido.

FONTE: autocar
Quanto è interessante?
2