Il mercato delle auto è in ginocchio ovunque, ma in India la situazione è tragica

Il mercato delle auto è in ginocchio ovunque, ma in India la situazione è tragica
di

Le immatricolazioni sono crollate ovunque. La situazione è nera per tutte le case automobilistiche, mentre i dati sulle auto vendute a marzo e aprile sono preoccupanti ovunque, specie in Italia. Ad ogni modo, nessun Paese ha fatto peggio dell'India. Per una ragione molto semplice: ad Aprile nel Paese non è stata venduta una sola auto.

L'India è in lockdown dallo scorso 25 marzo. Le misure restrittive hanno imposto il congelamento di tutte le attività di produzione e vendita delle automobili. Il risultato? Ad Aprile nel Paese non è stata chiusa nemmeno una vendita. Zero totale.

Per quel che ne sappiamo, è una situazione unica. Certo, in tutto il mondo le immatricolazioni sono scese con una forbice compresa tra il 60-80%, ma qualcosina è stato venduto lo stesso.

Stando all'Indian Automobile Manufactures, l'associazione che riunisce i più importanti brand dell'automotive locale (inclusi Toyota Kirloskar e le filiali indiane di Suzuki e Hyundai), l'industria automobilistica indiana sta perdendo 306 milioni di dollari al giorno.

A marzo le cose non sono andate tanto meglio, con le case automobilistiche che hanno visto un calo alle vendite su base annuale che va dal 47.9% di Maruti Suzuki al 90% di Mahindra & Mahindra.

Non andranno meglio nemmeno a maggio, le misure restrittive nazionali sono già state prolungate almeno fino al 17 di questo mese.

Quanto è interessante?
3