INFORMAZIONI SCHEDA
di

Durante la COP26, ossia la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici del 2021, McLaren ha annunciato che l’anno prossimo competerà per l’intera stagione del campionato Extreme E 2022, la serie automobilistica dedicata a SUV elettrici ispirati ai mezzi da Dakar e costruiti da Spark.

La notizia girava da un po’ di tempo ma adesso è arrivata la conferma ufficiale e con essa è stata presentata anche la livrea che veste l’Odissey 21, il mezzo costruito da Spark per questo campionato. La colorazione non sembra essere quella destinata alle corse, ma piuttosto un tributo al campionato che McLaren andrà a correre, sfoggiando l’iconico Papaya Orange (a proposito, guardate la 720 S Daniel Ricciardo Edition creata da McLaren Special Operations) accoppiato al nero che delinea i disegni presenti sulla carrozzeria, che rimandano alle locations e ai principi cardine che guidano questo campionato ecologico.

La prima guida sarà il pilota/stuntman Tanner Foust, ma la casa di Woking ha colto l’occasione per annunciare anche la sua seconda guida, nella fattispecie Emma Gilmour. Per chi non la conoscesse, Emma è una pilota di rally che quest’anno ha già corso nella gara inaugurale Extreme E di quest’anno col team Veloce Racing, ma è stata anche la prima donna a vincere il campionato rally del suo paese, la Nuova Zelanda.

Zack Brown, CEO di McLaren, ha speso alcune parole sull'’equipaggio: “Siamo orgogliosi di unirci a Sua Altezza Reale per annunciare Emma Gilmour come la prima donna pilota della McLaren Racing. Emma completa la nostra entusiasmante e competitiva formazione di piloti insieme a Tanner Foust per la nostra prima stagione di Extreme E. È stata la vincitrice di una gara e ha dimostrato il suo valore quest'anno in Extreme E grazie ad un vasto background nel fuoristrada competitivo in varie serie di corse in tutto il mond . È giusto che la nostra prima pilota donna provenga dalla Nuova Zelanda, da dove proveniva il nostro fondatore Bruce McLaren”.

La pilota neozelandese si è mostrata altrettanto entusiasta: “Sono incredibilmente onorata di essere il primo pilota donna della McLaren Racing. Cresciuti in Nuova Zelanda, Bruce McLaren e McLaren Racing sono visti come i vertici del motorsport. Correre in Extreme E il prossimo anno con la McLaren è un'opportunità speciale. La serie è una piattaforma fantastica che rappresenta l'uguaglianza e affronta le questioni chiave che interessano il nostro pianeta e la società. Sto cercando di attingere alla mia precedente esperienza in Extreme E insieme a tutte le mie abilità nei rally, rallycross e cross-country, che mi rendono adatta a questo sport, per avere un impatto positivo e ispirare la prossima generazione di donne guidatrici e ingegneri. Non vedo l'ora di iniziare con la squadra”.

E anche noi non vediamo l’ora di assistere alla nuova avventura di McLaren, che se la dovrà vedere contro altre squadre, tra le quali c’è anche quella di Lewis Hamilton, che ha fondato un team per il campionato Extreme E.

FONTE: Carscoops
Quanto è interessante?
1
McLaren si dà ai SUV EV: Tanner Foust ed Emma Gilmour correranno nella Extreme E 2022