INFORMAZIONI SCHEDA
di

La Ferrari F8 Tributo è una supercar molto rapida in fase di accelerazione, e ciò lo conferma il fatto che abbia trionfato, seppur di poco, sulla comunque velocissima Lamborghini Huracan Evo in una gara sul quarto di miglio.

Allo stesso tempo però la nuova McLaren 765LT ha dimostrato, nel corso delle ultime settimane, di poter mettere in piedi delle prestazioni stratosferiche. Poco più di un mese fa i ragazzi di Drag Times misero alla prova un esemplare della supercar britannica rimanendone stupiti loro stessi, sia per i tempi sul quarto di miglio che per lo scatto da 0 a 100 km/h, dove riesce ad emergere anche se paragonata ad alcune hypercar con un output ben maggiore.

La vettura, montando nei normali pneumatici Pirelli P Zero, riuscì a tagliare il traguardo in appena 9,47 secondi, mentre con un set di Pirelli Trofeo RS la misurazione fu davvero incredibile: i 9,41 secondi calcolati la rendono l'autovettura di serie dall'accelerazione migliore in assoluto. Tra l'altro faremmo meglio a non includere le performance con un set di gomme Toyo R88R semi-slick, poiché in quel caso si è parlato di 9,338 secondi.

Fatta questa premessa il video in alto sarebbe anche inutile guardarlo, ma numeri alla mano il divario fra F8 Tributo e 765LT non dovrebbe essere così ampio. La prima monta un V8 bi-turbo da 3,9 litri capace di erogare 720 cavalli di potenza e 770 Nm di coppia i quali, tramite un cambio a doppia frizione e sette rapporti, muove una massa di 1.435 chilogrammi circa.

La seconda impiega una soluzione piuttosto similare. La McLaren monta in effetti un V8 bi-turbo da 4,0 litri, che scarica però sull'asfalto 765 cavalli di potenza e 800 Nm di coppia, che servono a spostare un peso di 1.339 chilogrammi attraverso la trazione posteriore e un cambio a doppia frizione e sette rapporti.

Alla fin fine le vetture sono separate da 45 cavalli, appena 30 Nm e meno di 100 chilogrammi, ma come vi sarete accordi visionando il video in alto, ciò di traduce in un distacco ben più ampio del decimo o due che ci si potrebbe aspettare.

La McLaren 765LT è forse in grado di produrre più cavalli di quelli dichiarati, ma è possibile che l'elettronica giochi un ruolo chiave in prestazioni tanto sorprendenti. Un altro esemplare di 765LT è stato persino capace di surclassare la McLaren Senna, e ci è voluta una Ford Mustang Shelby GT500 modificata con più di 1.250 cavalli per battere, e pure di pochissimo, il mostriciattolo inglese.

FONTE: carscoops
Quanto è interessante?
1