Maxi richiamo per oltre 23.000 Ferrari prodotte dal 2005 a oggi per un problema ai freni

Maxi richiamo per oltre 23.000 Ferrari prodotte dal 2005 a oggi per un problema ai freni
di

Sul finire del 2021, più di 5.000 Ferrari presenti oltreoceano furono richiamate per un problema ai freni, ma a quanto pare la situazione non si può definire risolta. Adesso la casa del cavallino rampante è costretta a richiamare nuovamente un totale di 23.000 Ferrari, prodotte dal 2005 a oggi.

Esattamente come le 2.000 Ferrari 458 e 488 richiamate ad aprile in Cina, anche questa volta il problema risiede nell’impianto frenante: secondo la National Highway Traffic Safety Administration, il coperchio del serbatoio del liquido dei freni potrebbe non sfiatare correttamente, e questo potrebbe poi generare del vuoto all’interno dello stesso, provocando una perdita di liquido e un malfunzionamento dell’intero sistema frenante, nel peggiore dei casi.

Come detto, sono circa 23.000 le unità coinvolte, e coinvolgono 19 modelli prodotti dal 2005 ad oggi: Ferrari 430 (2005-2009), Ferrari 612 Scaglietti (2005-2011), Ferrari California (2009-2017), Ferrari 612 (2009-2017), Ferrari FF (2012-2016), Ferrari F12 Berlinetta (2013-2017), Ferrari LaFerrari (2013-2015), Ferrari California T (2015-2017), Ferrari F60 America (2016), Ferrari F12 TDF (2017), Ferrari LaFerrari Aperta (2017), Ferrari GTC4 Lusso (2017-2020), Ferrari GTC4 T (2018-2020), Ferrari Portofino (2018-2022), Ferrari 812 (2018-2022), Ferrari 488 Pista (2019-2020), Ferrari F8 Spider (2020-2022), Ferrari F8 Tributo (2020-2022) e Ferrari Roma (2021-2022).

A quanto pare la casa del cavallino rampante contatterà i propri clienti a partire dal 24 settembre 2022, invitandoli a presentarsi nella concessionaria più vicina per sostituire il componente problematico e rendere l’auto nuovamente sicura.

FONTE: Motor1
Quanto è interessante?
2