di

Non vi parleremo di Mattew McCounaghey, del suo Oscar, di "Dallas Buyers Club" o di "Interstellar". Nonostante la sua carriera sia brillantissima noi trattiamo automobili. E quindi questo è il momento della Lincoln Aviator, protagonista del coloratissimo spot, che inizia con una prestazione vocale da ASMR.

L'attore pubblicizza il SUV con un veicolo dalle grandi performance, che però non fa affidamento soltanto sulla potenza dei suoi cavalli, affermando che:"Le performance arrivano da svariati aromi." Si tratta soprattutto di "performance che sono in grado di farti sentire meglio come risultato."

E' questo che di base Lincoln vuole trasmettere. Cioè che il suo enorme crossover ha davvero i numeri giusti per competere con vetture velocissime, ma non si tratta soltanto di questo, soltanto di numeri.

Infatti giunge sul mercato con una ricca dotazione di lusso e confort. L'abitacolo è ispirato alla cabina di pilotaggio di un aereo, come suggerisce il nome. Il quadro e la strumentazione traggono forte ispirazione da Bell and Ross, azienda che produce orologi dal design che deriva anch'esso dal volo.

Ma torniamo alle prestazioni tanto decantate. L'Aviator ha un cuore che si nutre di benzina tramite il suo motore V6 bi-turbo da 3.0 litri, in grado di generare 400 cavalli e 542 Nm di coppia, scaricati sull'asfalto da un sistema a trazione integrale e un cambio automatico a 10 rapporti.

Se non vi basta è disponibile una versione con affiancato un propulsore elettrico da 50 cavalli, il quale porta il totale a 450 cv e 813 Nm. Si tratta del modello Grand Touring.

L'Aviator va a sfidare SUV del calibro della Alfa Romeo Stelvio, della Maserati Levante, della Jeep Grand Cheerokee e di tutte le rappresenti tedesche nate da Audi, BMW e Mercedes. La battaglia non sarà affatto facile.

FONTE: motor1
Quanto è interessante?
3