di

La parola “Spring” significa “Primavera” in inglese, in casa Dacia invece guadagna il significato di rivoluzione elettrica. La Dacia Spring infatti si è presentata sul mercato come la BEV più economica fra tutte e il nostro amico Matteo Valenza ci dice cosa ne pensa.

Noi l’abbiamo già guidata a fine marzo, prima dell’arrivo ufficiale in Italia, e ci siamo scontrati con un veicolo spartano ma estremamente simpatico, capace addirittura di superare i 300 km di autonomia in ambito cittadino. Una vettura molto interessante che con gli incentivi statali ancora attivi si porta a casa con 9.400 euro, motivo per cui ha attirato l’attenzione di moltissimi utenti.

La BEV del Gruppo Renault è la perfetta candidata a diventare una seconda auto urbana a zero emissioni, da ricaricare con facilità nel garage o nel vialetto di casa. Se nell’articolo pubblicato al tempo della prova avete potuto leggere il nostro parere a caldo, oggi potete dare un’occhiata alla recensione video pubblicata da Matteo Valenza su YouTube, che ha provato l’elettrica economica dopo aver guidato altre decine di modelli, dalla 500 elettrica alla Porsche Taycan. Mandate dunque in play il video che trovate in pagina senza troppi indugi.

Certo qualcuno potrebbe dire: la Citroen Ami costa ancora meno, è lei l’elettrica più economica! In quel caso però parliamo di un quadriciclo con limite a 45 km/h, la Dacia Spring è un’auto passeggeri a tutti gli effetti.

Quanto è interessante?
1