Il Maserati Grecale è stato rinviato al 2022: pesa la mancanza di chip

Il Maserati Grecale è stato rinviato al 2022: pesa la mancanza di chip
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il mese scorso Maserati ha annunciato la global premiere di Grecale, SUV che si posizionerà nella gamma al di sotto del Levante. L'anteprima era attesa a Milano il 16 novembre. Tuttavia un mese di riflessioni ha spinto il marchio del Tridente a rivedere le tempistiche di lancio.

La nuova data è un generico “primavera 2022”. La decisione è dovuta a causa della scarsità di semiconduttori. Maserati identifica il Grecale come un prodotto dai contenuti innovativi, soprattutto per connettività e interfaccia uomo-macchina. Le componenti richieste per la produzione di questi elementi sono estremamente rare nel mercato attuale. Insomma, Maserati non avrebbe in alcun modo potuto soddisfare la domanda: meglio rinviare.

Il SUV sarà disponibile inizialmente con motorizzazioni a benzina e ibride, composte da motori termici da quattro e sei cilindri; il V8 di origine Ferrari verrà definitivamente accantonato. La piattaforma è la Giorgio, la stessa sfruttata da Alfa Romeo Giulia e Stelvio. Mentre è molto probabile, ma non ancora ufficiale, una versione al 100% elettrica. Il Grecale sfiderà sul mercato auto come la Porsche Macan e la BMW X3, un compito tutt'altro che facile.

Stellantis ha rinviato anche la presentazione dell'Alfa Romeo Tonale, altro SUV strategico per il gruppo: l'evento previsto per il 2021 è stato spostato al marzo 2022. Le prime consegne ai clienti avverranno nel mese di giugno. Maserati nel frattempo sta testando su strada anche la futura GranTurismo. La coupé sarà anche il primo modello a godere di una variante completamente elettrica.

Quanto è interessante?
1