Il lunotto della Ferrari 812 Superfast si stacca e vola via: esemplari richiamati

Il lunotto della Ferrari 812 Superfast si stacca e vola via: esemplari richiamati
di

Ferrari si è ritrovata costretta a richiamare ben 1.063 esemplari delle 812 Superfast costruite tra il 2018 e il 2020 presso la linea produttiva statunitense. La causa è un possibile sganciamento del lunotto posteriore.

Il problema riguarda l'adesione della lastra di vetro alla vettura poiché, col passare degli anni, farebbe sempre meno presa. I primi casi accertati dell'inconveniente risalgono all'11 maggio scorso, seguiti da altri a distanza di 10 giorni. Per il momento provengono tutti dalla Germania.

La casa automobilistica italiana sta investigando in merito alla problematica, e una prima analisi ha mostrato che le cause andrebbero imputate ad una falla nel processo produttivo di un rifornitore, inerente la scarsa pulizia del vetro il quale avrebbe dovuto fare contatto con la carrozzeria. La divisione di controllo qualità ha deciso pertanto di richiamare i veicoli affetti già a partire dallo scorso 30 settembre.

Ferrari quindi sostituirà in maniera del tutto gratuita i vetri posteriori delle 812 Superfast interessate. Le concessionarie e i clienti faranno bene a tenere le antenne dritte, perché a breve potrebbero ricevere una notifica riguardo l'imminente campagna di riparazioni.

Ai lettori i quali non conoscono i bolide di Maranello vogliamo fornire alcune delle specifiche tecniche principali. La 812 Superfast dispone di un poderoso V12 aspirato da 6,5 litri in posiziona anteriore. Esso è capace di erogare 800 cavalli di potenza e 8.500 giri al minuto e 718 Nm di coppia a 7.000 giri. La trazione è posteriore, e tramite un eccellente cambio automatico lancia i 1.525 chilogrammi complessivi in ordine di marcia a oltre 340 km/h di velocità massima, mentre lo scatto da 0 a 100 km/h si misura in 2,9 secondi.

A causa delle normative per le regolazione delle emissioni di scarico, il Cavallino Rampante prima o poi dovrà abbandonare il suo V12 in favore dei V8 twin-turbo o delle unità ibride/elettriche. Da questo punto di vista il brand ha voluto farsi trovare pronto, e infatti la SF90 Stradale plug-in hybrid è una delle vetture più veloci mai costruite dalla casa.

Chris Harris di Top Gear non si è però detto pienamente soddisfatto della vettura, e le motivazioni sono abbastanza condivisibili.

FONTE: motor1
Quanto è interessante?
1