di

L'ultimo prototipo di test di Lighyear One, un veicolo elettrico che sfrutta l'energia solare per aumentare la propria autonomia, ha appena dimostrato di poter avere un range incredibile nonostante un pacco batterie di appena 60 kWh.

La startup olandese sta sviluppando l'ambiziosissimo veicolo da alcuni anni, e a quanto pare quello che viene definito come "solar electric vehicle" (SEV) riesce davvero a mantenere le promesse fatte per via di alcune caratteristiche chiave.

La prima concerne sicuramente un'opera di ingegnerizzazione del powertrain di massimo livello, ma ad incrementare le performance ci pensano anche l'eccellente gestione dell'aerodinamica e la presenza di pannelli solari sul cofano e sul tettuccio. Alla fine il team olandese è arrivato a sfiorare l'obiettivo che si era prefissato: durante le prove in pista la macchina ha ottenuto 710 chilometri di autonomia per singola carica a fronte dei 725 chilometri impostati come traguardo finale.

E' chiaro che non si tratta di numeri da prendere in considerazione per gli spostamenti quotidiani in condizioni reali, poiché i test sono stati svolti ad una velocità costante di 85 km/h che, come saprete, permettono sia alle EV che alle vetture tradizionali di dare il meglio in termini di distanza percorribile al netto dei rifornimenti.

Il CEO di Lightyear, Lex Hoefsloot, ha impiegato nove ore per portare a termine il test, e alla fine ha parlato dei benefici apportati dai pannelli solari:"Il range addizionale per una giornata soleggiata è pari a 72 chilometri. In questo caso la giornata era un po' nuvolosa, però abbiamo avuto alcune ore di sole e quindi circa 3,4 kWh dai pannelli solari, che equivalgono a 40 chilometri."

Se il team avesse scelto una giornata di sole battente la Lightyear One avrebbe dunque superato i 725 chilometri promessi, ma questo non ha impedito di mettere comunque a segno una prestazione indubbiamente brillante. Lo stesso Hoefsloot si è detto estremamente soddisfatto dai test, e non ha mancato di sottolineare il fatto che l'impegno sullo sviluppo resterà alto, e che c'è ancora da lavorare su aerodinamica, powertrain, freni e sospensioni.

A proposito di auto elettriche che sfruttano l'energia proveniente dal sole vogliamo chiudere menzionando due soluzioni diametralmente opposte per filosofia di base. La prima è la eccellente Aptera Sol, che è stata sviluppata dalle fondamenta per questa tecnologia e raggiunge un'autonomia strabiliante. La seconda concerne invece una modifica aftermarket per un'elettrica sprovvista di pannelli solari: un uomo ha realizzato un peculiare accrocco per la Tesla Model 3.

FONTE: electrek
Quanto è interessante?
2