Via libera al Tutor: lo decide la Corte suprema di Cassazione

Via libera al Tutor: lo decide la Corte suprema di Cassazione
di

La Corte d'Appello di Roma aveva richiesto la rimozione dei tutor per "violazione delle norme di proprietà intellettuale", ma secondo la Corte di Cassazione i motivi non avevano fondazione, pertanto il sistema di controllo della velocità verrà riattivato entro pochi giorni.

La divulgazione di questa decisione è arrivata tramite l'Aspi (Autostrade per l'Italia), che ha riferito il provvedimento della Corte Suprema. Il motivo per il quale era stato precedentemente disattivato in data 10 Aprile 2018 è il seguente: secondo la Corte d'Appello di Roma il sistema di controllo della velocità media avrebbe violato le norme relative alla proprietà intellettuale della società Craft. Aspi all'epoca decise di risolvere la situazione attivando una tecnologia simile, il SICVe-PM, grazie al quale in questo periodo di poco superiore all'anno si sono potuti controllare 420 chilometri di autostrada, i quali sono comunque poca cosa rispetto ai 2.500 precedentemente monitorati.

Da oggi l'Aspi ha già messo in moto chi di dovere per riattivare i Tutor in stato di fermo, andando a creare una coesistenza tra i due sistemi e rendendoli disponibili alla Polizia Stradale, che sarà in grado in tal modo di verificare la velocità media su un totale di circa 1.000 chilometri.

Grazie a questo tipo di tecnologie è stato possibile ridurre del 50% gli incidenti mortali nei tratti interessati e la società Autostrade ha comunicato dati secondo i quali, dall'avvenuta privatizzazione della stessa, il numero dei decessi è diminuito del 75%.

Aspi ha poi concluso:"La sentenza della Cassazione dimostra la correttezza del comportamento di Autostrade per l'Italia e la non brevettabilità di sistemi matematici noti, facendo giustizia delle accuse rivolte alla società e riprese anche da alcune popolari trasmissioni televisive. La sentenza dimostra inoltre la determinazione di Aspi ad operare nel rispetto delle regole e a tutela della sicurezza stradale."

Per chiudere ci teniamo ad avvisarvi sulle condizioni di percorrenza delle nostre autostrade, che saranno interessate da lunghe code durante il prossimo weekend, e sullo sciopero che interesserà il personale addetto ai caselli, nelle date del 25 e 26 Agosto.

FONTE: repubblica
Quanto è interessante?
4