Questa leggendaria Bugatti Type 59 vale 11 milioni di euro

Questa leggendaria Bugatti Type 59 vale 11 milioni di euro
INFORMAZIONI SCHEDA
di

L'esemplare di Bugatti Type 59 del 1934 della galleria di immagini in fondo alla pagina è sicuramente ricoperto di graffi e imperfezioni derivanti dalle gare che ha portato a termine alla sua ormai lontanissima epoca, ma è comunque un pezzo indelebile di storia dell'automobilismo, e vale all'incirca 11 milioni di euro.

Ma cos'è che rende questa macchina tanto speciale? Bene, il primo motivo è da ricercare nel fatto che monta il motore numero 5, il quale fu inizialmente prodotto dal team Grand Prix di Bugatti durante la stagione 1934-1935. In pratica è stato utilizzato principalmente da René Dreyfus ottenendo la terza posizione al Gran Premio di Monaco e una vittoria al Gran Premio di Spa in Belgio.

Quando il produttore francese si ritirò dalla competizione trasformò la sua Type 59 in una vettura leggermente più docile, rimuovendo il compressore e aggiungendo un cambio a carter secco, rivedendo il telaio e la carrozzeria e infine indicandola con numero di telaio 57248. Successivamente quindi, la macchina trasformata nella Type 59 Sports, fu guidata da Jean-Pierre Wimille nella stagione 1937 e, secondo il listino di Gooding & Company, disintegrò ogni rivale con grande scioltezza.

L'anno seguente la Bugatti si ritirò dalle corse per essere acquistata da Re Leopoldo III del Belgio, e da allora ha cambiato altri quattro proprietari prima di finire all'asta in condizioni pressoché originali, le quali riportano ancora i graffi del suo passato motoristico a bella vista, aggiungendo inevitabilmente un certo alone di desiderabilità.

Sotto la geometricamente semplice carrozzeria si nasconde un motore a otto cilindri in linea da 3,25 litri dotato di carburatori Zenith. Quando ancora disponeva di un compressore poteva superare i 250 cavalli di potenza a 5.000 giri, cosa assolutamente impressionante per l'epoca. A ogni modo scarica la sua esuberanza sull'asfalto tramite un cambio manuale a quattro rapporti e rallenta grazie a quattro freni a tamburo, uno per ruota.

Tornando al presente senza allontanarci dalla casa automobilistica di Molsheim vi rimandiamo alla Bugatti Chiron Pur Sport: un esemplare di uno dei modelli più rari in assoluto è stato avvistato di recente in Svizzera mentre era intento a completare un tour sul continente europeo. Infine è sicuramente degno di nota un video riguardo la Bugatti Chiron Super Sport: ecco cosa si prova a trovarsi a bordo della hypercar da 482 km/h di velocità massima.

FONTE: carscoops
Quanto è interessante?
1
BugattiBugattiBugattiBugattiBugatti