Legalizzare le corse per sconfiggere quelle clandestine? Atlanta ci pensa

Legalizzare le corse per sconfiggere quelle clandestine? Atlanta ci pensa
di

Come abbiamo riportato in più occasioni, il lockdown per molti è diventata l'occasione per violare ogni regola della strada — tra corse illegali e velocità folli in autostrada. Negli USA le metropoli sono diventate le mete preferite di chi ama le gare clandestine. Così c'è chi sta pensando di regolamentare il fenomeno per evitare il peggio.

Succede ad Atlanta dove, come riporta la testata locale CBS 46, l'amministrazione starebbe pensando di predisporre un'area della città interamente dedicata alla gare automobilistiche. In questo modo si concentrerebbe in un'unica zona il grosso degli automobilisti più spregiudicati, diminuendo il rischio d'incidenti nel resto della città.

Per sconfiggere le gare clandestine Atlanta si era affidata a Bloomberg Associates, un'agenzia di consulenza creata dall'ex candidato alla presidenza Mike Bloomberg, che è anche il proprietario dell'omonima agenzia stampa internazionale. L'idea di regolamentare in qualche modo le corse è arrivata però da un consulente piuttosto atipico: il figlio appena 18enne del sindaco Keisha Lance Bottoms.

Esperimenti analoghi sono già stati tentati da altre grosse città, tutte vittime della piaga delle gare clandestine in tempi non sospetti, quando l'epidemia doveva ancora scoppiare e le strade erano affollate anche dal traffico regolare. Ad esempio Detroit ci aveva provato a marzo.

Secondo The Drive, tendenzialmente dove si è provato questa strada le conseguenze sono state tutto sommato accettabili: le gare clandestine nel resto delle zone diminuiscono, a beneficio della sicurezza degli automobilisti comuni; certo, qualche incidente c'è stato, ma mai nulla di particolarmente grave.

Ad ogni modo, non tutti sono d'accordo con questa strategia: parte del consiglio comunale non ne vuole sapere, e propone di continuare con il pugno di ferro, prevedendo sanzioni ancora più severe per chi supera i limiti e gareggia con altre auto.

FONTE: The Drive
Quanto è interessante?
5