di

L'Autodromo di Imola, intitolato a Dino ed Enzo Ferrari, è da poco tornato nel calendario Formula 1. Sulle sue diciannove curve si sono scatenate pochi giorni fa due delle Ferrari più ambite del momento. A pilotarle una coppia di piloti d'eccezione: Charles Leclerc e Carlos Sainz Jr..

Il duo di hypercar è composto dalla Ferrari SF90 Stradale Assetto Fiorano e dalla SF90 Spider., entrambe spinte dal V8 Ferrari più potente di sempre; il 4,0 litri è capace di erogare 780 CV di potenza e 800 Nm di coppia. Ma non è finita qui, perché la SF90 è la prima PHEV, veicolo elettrico ibrido plug-in, della storia del Cavallino: tre motori elettrici le regalano ulteriori 220 CV di potenza. Con 1.000 CV di potenza totale, uno 0 a 100 km/h in 2,5 secondi ed una velocità massima di 340 km/h non è difficile capire perché entrambi i piloti Ferrari abbiano un sorriso a trentadue denti mentre la provano.

Siamo certi che Sainz è entusiasta di scoprire in prima persona l'universo di Maranello. Il contatto con la ricca e favolosa gamma stradale è sicuramente un motivo in più per essere un pilota Ferrari. Lo spagnolo ha sostituito Sebastian Vettel, passato nel frattempo in Aston Martin. Anche al quattro volte campione del mondo era stata concessa una Ferrari SF90 per divertirsi in pista.

Charles Leclerc sarà nuovamente la prima guida della Scuderia Ferrari... seppur Mattia Binotto ha dichiarato che il ruolo lo deciderà la pista. Il pilota monegasco è riuscito a mandare a podio due volte la Ferrari SF1000 nella passata stagione, un risultato non da poco considerando le performance opache della vettura. Quest'anno l'arma di Ferrari sarà la SF21, la nuova monoposto presenta un propulsore totalmente nuovo e un retrotreno ripensato, costato due gettoni di sviluppo.

FONTE: Motor1
Quanto è interessante?
1