INFORMAZIONI SCHEDA
di

Con la Gigafactory 3 di Shanghai, Tesla ha dimostrato di poter metter su un impianto da zero nel giro di un anno e mezzo. Lo stesso accadrà con la Gigafactory 4 europea: vediamo come vanno i lavori.

Come già saprete se seguite le nostre notizie, Tesla ha da tempo scelto la zona di Grünheide, a sud di Berlino, per erigere il suo impianto. Un’area da 300 ettari acquistata a un prezzo quasi fuori mercato, 40,91 milioni di euro, un costo però solo preliminare che potrebbe cambiare nelle prossime settimane. Di certo però l’acquisizione è stata già confermata dalla regione di Brandenburg, tanto che l’azienda californiana ha dato il via ai lavori.

La prima operazione è di disboscare 150 ettari di foresta, e nel video di oggi (girato anche grazie all’ausilio di droni) si vede chiaramente lo sviluppo dei lavori. Tesla ravviverà una zona “abbandonata” per molto tempo, anche per il rischio di ritrovare vecchie bombe inesplose della Seconda Guerra Mondiale (tutto è stato già controllato), costruendo strade, portando acqua corrente e preservando per quanto possibile la natura e gli animali presenti attorno al sito.

La popolazione tuttavia si è divisa, da una parte chi nutre dubbi sul vivere “accanto” a una nuova fabbrica, dall’altra la gente contenta di vedere una nuova opportunità per la zona. Di certo, proteste a parte, i lavori sono ormai iniziati e sarà impossibile fermarli.

Quanto è interessante?
2