Land Rover scompare dopo 75 anni, nasce JLR: media britannici (molto) perplessi

Land Rover scompare dopo 75 anni, nasce JLR: media britannici (molto) perplessi
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Volta storica per quanto riguarda uno dei gruppi automobilistici più prestigiosi di sempre, leggasi Jaguar Land Rover: l'azienda ha deciso di cambiare il nome in JLR e di scorporare i marchi Jaguar, Range Rover, Defender e Discovery.

A poche settimane dalla presentazione della splendida nuova Range Rover Velar PHEV , il gruppo ha annunciato la clamorosa 'scissione', spiegando: "JLR passerà a un approccio House of Brands, per amplificare il carattere unico di ciascuno dei suoi marchi, Range Rover, Defender, Discovery e Jaguar, e accelerare la realizzazione della visione dell'azienda, per diventare orgogliosi creatori dei marchi automobilistici di lusso moderni più desiderabili al mondo per i clienti più esigenti”.

Gerry McGovern, chief creative officer di JLR, ha aggiunto: "La realtà è che Range Rover è un marchio, così come Defender. I clienti dicono di possedere una Range Rover. Nel lusso, hai bisogno di assoluta chiarezza. Land Rover Range Rover SV Autobiography non lo dà. Adoriamo la Land Rover, ma non c'è tanta equità”.

In ogni caso l'azienda ha fatto sapere: "Vogliamo rassicurare i clienti che Land Rover rimarrà il marchio di fiducia alla base delle capacità leader a livello mondiale offerte dai veicoli Range Rover, Defender e Discovery, sulla base di 75 anni di competenze tecnologiche e ingegneristiche. In qualità di House of Brands, Range Rover, Defender, Discovery e Jaguar ora si fanno avanti come singoli marchi, proiettando il loro scopo, desiderabilità e personalità individuali. Seguendo questo approccio, amplieremo il carattere unico di ciascuno dei marchi, accelerando la realizzazione della nostra visione di essere gli orgogliosi creatori del lusso moderno. Non stiamo perdendo il nome Land Rover - ha concluso - il suo spirito è, e continuerà ad essere, una parte cruciale del nostro DNA”.

La reazione della stampa britannica è stata un po' tiepida, a cominciare da Mike Brewer star di Wheeler Dealer e conduttore di Used Car Awards, che ha spiegato: “La notizia onestamente mi fa venire voglia di vomitare. Sono totalmente e assolutamente scioccato. Stiamo attraversando un momento in cui apparentemente le case automobilistiche vogliono cancellare la loro storia. Ford si è sbarazzata della Fiesta e ora della Land Rover: quale sarà il prossimo? È un'enorme perdita vedere svanire un marchio così iconico.Ho costruito la mia carriera su quel fantastico marchio e ovunque ho viaggiato nel mondo, l'iconico marchio britannico ha sventolato con orgoglio la bandiera britannica. È un vero peccato e ho il cuore spezzato. Ma se vogliono vendermi il marchio, lo accetterò sicuramente”.

A lui ha fatto eco Steve Fowler, redattore capo di Auto Express, che ha parlato di mossa "folle. I marchi diventeranno sempre più importanti per i produttori di automobili, e per i consumatori, nei prossimi anni, soprattutto con l'afflusso di nuovi produttori nel nostro mondo sempre più elettrificato. Quindi mi sembra un po' strano che JLR stia abbandonando il marchio Land Rover: è uno dei marchi automobilistici più potenti ed evocativi del settore”.

A proposito di case automobilistiche storiche della Gran Bretagna, che fine ha fatto il marchio inglese Rover?