INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il venticinquesimo capitolo dedicato alle vicende dell’agente 007 è in dirittura d’arrivo. Si intitolerà “No Time To Die”, arriverà nelle sale il prossimo 30 settembre, e per ingannare l’attesa Land Rover ci delizia con un breve ma interessante filmato che ci porta dietro alle quinte di un inseguimento in fuoristrada con le Range Rover Sport SVR.

Nel breve video assistiamo infatti alle riprese della scena che coinvolgerà due Range Rover Sport SVR impegnate nell’inseguire James Bond a bordo di una vecchia Toyota Land Cruiser Prado. Le sorelle inglesi si presentano nella tinta Eiger Grey affiancata a cerchi in tinta Narvik Black, con tanto di Carbon Pack che aggiunge alcuni dettagli estetici in fibra di carbonio.

Ci tenevo davvero a girare una sequenza di inseguimento di Bond in fuoristrada, in un ambiente impegnativo, e la Range Rover Sport SVR è stata la scelta perfetta per questa parte della storia", ha dichiarato il coordinatore degli stuntman Lee Morrison in una nota. “Giriamo tutte le scene per davvero, quindi lo abbiamo spinto al massimo assoluto e l'inseguimento promette di essere uno dei momenti memorabili del set del film”.

E non lo mettiamo in dubbio, dal momento che nei pochi secondi che vediamo, succede davvero di tutto, con tanto di uscite di strada e cappottamenti vari. Land Rover ha aggiunto che i veicoli che vediamo sono assolutamente di serie e paragonabili a quelli che si possono comprare dal concessionario, e precisa che i modelli del video sono dotati delle stesse sospensioni avanzate presenti sul veicolo di serie.

Le uniche modifiche effettuate ai vari mezzi sono rivolte alla massima sicurezza degli stuntman, per questo all’interno è presente una robustissima gabbia di protezione, con tubi dalla sezione ben più generosa rispetto ai rollbar da corsa, come avevamo visto in occasione di un altro dietro alle quinte dedicato allo spot della nuova Toyota GR Supra.

Inoltre è curioso notare che invece tra le auto espressamente modificate per le riprese figura un Ford F-150 Raptor privato del cassone posteriore, sostituito con un’ampia pedana che sorregge tutta l’attrezzatura di ripresa. A tal proposito, se siete curiosi di scoprire altre curiosità rispetto al meraviglioso mondo delle riprese dedicate agli inseguimenti, vi consigliamo di dare uno sguardo a questo articolo, dove potete gustarvi l’evoluzione negli anni delle tecniche di ripresa dedicate a queste scene ad alto tasso d’azione.

FONTE: Carscoops
Quanto è interessante?
1