di

I ragazzi di Drag Times ci deliziano spesso con interessanti drag race, molte volte anche piuttosto particolari. Questa volta tocca dare battaglia a una Tesla Model S Performance Raven, che abbiamo conosciuto per le sue performance spaziali, e ad una Acura NSX, modificata per raggiungere i 700 cavalli di potenza complessiva.

Quest'ultima monta sotto al cofano un V6 bi-turbo, coadiuvato da un trio di motori elettrici. Le prestazioni standard però era risaputo non bastassero contro un mostro delle drag race come la berlina premium californiana, e quindi si è deciso di apportare sostanziali modifiche. Trovano pertanto posto sulla sportiva giapponese degli scarichi custom Fabspeed e il tuning del motore Hydra Motor Works.

Le differenze in pista sono state davvero risibili, a differenza di quanto ci si potrebbe aspettare. Le due vetture si sono sfidate tre volte, e tutte e tre volte l'ha spuntata la Model S. Quest'ultima ha messo a segno un tempo di 10,610 secondi sul quarto di miglio, ma in realtà la NSX si è difesa molto bene, facendo fermare il cronometro su 10,748 secondi.

Restando in tema di gare d'accelerazione, ma alzando al contempo il tasso di bizzarria, vi rimandiamo a questo testa a testa tra una Tesla Model 3 e un potentissimo monopattino elettrico: chi la spunta? Infine vogliamo condividere con voi una drag race molto più tradizionale, che vede infatti ai nastri di partenza una McLaren GT, l'ultima Gran Turismo della casa britannica, e la pressoché imbattibile Lamborghini Huracan.

FONTE: motor1
Quanto è interessante?
1