di

Lo scorso giugno è andata in scena la centesima edizione della leggendaria Pikes Peak (gustatevi l’onboard di Robin Shute, vincitore della Pikes Peak per la terza volta in quattro anni) e un quell’occasione, all’insaputa di molti, Lamborghini si è presentata con una Urus e ha registrato il record assoluto tra i SUV di produzione.

Il breve teaser trailer comparso sull’account Instagram di Lamborghini aveva già anticipato che qualcosa bolliva in pentola e che aveva a che fare con la leggendaria hill climb, e adesso ne abbiamo la conferma. Dunque la Urus MY 2023 deve ancora fare il suo debutto ufficiale ma nel frattempo ha già fatto segnare un record, avendo percorso le 156 curve della Pikes Peak in 10 minuti e 32 secondi con alla guida il test driver Pirelli Simone Faggioli, diventando così il SUV di produzione più veloce ai danni della Bentley Bentayga, che deteneva il record precedente.

"La decisione di metterci alla prova alla Pikes Peak riflette lo spirito Lamborghini di 'aspettarsi l'inaspettato' e dimostra le eccezionali prestazioni del nuovo modello Urus che sarà presentato a breve", ha affermato Rouven Mohr, Chief Technical Officer di Lamborghini.

La Urus utilizzata per l’impresa è infatti un unità simile a quella che entrerà in produzione, con l’aggiunta degli ovvi accorgimenti di sicurezza necessari in queste circostanze, come la il rollbar completo e la presenza di sedili da corsa. Gli pneumatici sono invece dei Pirelli P Zero Trofeo R, un’evoluzione delle coperture utilizzate sul modello attuale. Ricordiamo infine che entro la fine del 2022 vedremo due nuove Urus, ossia la EVO, versione più prestante e pepata, e la PHEV che adotterà un powertrain ibrido plug-in hybrid.

Quanto è interessante?
1
LamborghiniLamborghiniLamborghiniLamborghiniLamborghiniLamborghiniLamborghiniLamborghiniLamborghiniLamborghiniLamborghiniLamborghiniLamborghiniLamborghiniLamborghiniLamborghiniLamborghiniLamborghiniLamborghini