Lamborghini ci spiega le difficoltà incontrate nell'inserire Alexa a bordo della Huracán

Lamborghini ci spiega le difficoltà incontrate nell'inserire Alexa a bordo della Huracán
di

Lamborghini ed Amazon stanno portando avanti una stretta collaborazione, mirata a migliorare la connettività nel segmento delle supercar, come rivelato dal brand italiano in un'intervista al CES 2020 per Autoblog.

Questo ha portato all'implementazione di Alexa sulla fantastica Huracán Evo, e rendere disponibile l'assistente vocale sul resto della gamme potrebbe adesso divenire un gioco da ragazzi. Maurizio Reggiani, il capo del reparto ricerca e sviluppo in Lamborghini, ha però spiegato che l'aggiunta di un sistema di riconoscimento vocale su una supercar da 640 cavalli non è stato affatto facile:"Abbiamo dovuto separare la voce dal sound del motore, specialmente quando la macchina è in Corsa (la modalità). Il team di ingegneri di Alexa ha trascorso parecchio tempo a Sant'Agata." Il lavoro necessario a rendere più pacato il motore è stato fondamentale, e ha reso possibile ad esempio l'attivazione del riscaldamento domestico ben prima del rientro a casa.

Precisiamo che la supercar italiana dispone di un motore V10 aspirato da 5,2 litri, potenziamo per questa ultima versione a 640 cavalli di potenza erogati ad 800 giri al minuto. Grazie a questo e ad una riduzione del peso di 40 kg il bolide è capace di uno scatto da 0 a 100 km/h in 2,9 secondi, e di una velocità massimale di 325 km/h.

Di recente tra l'altro ne è stata annunciata una versione a sola trazione posteriore, pensata per fornire emozioni di guida derivanti esclusivamente dall'eccellente meccanica. Infine vi rimandiamo al listino di questa magnifica Lamborghini Countach 5000 QV del 1988, ammiratela in questa folta galleria di immagini.

FONTE: autoblog
Quanto è interessante?
1