La Lamborghini Sian torna a Bologna per celebrare i portici UNESCO

La Lamborghini Sian torna a Bologna per celebrare i portici UNESCO
di

Lamborghini è orgogliosissima della sua sede in Italia, e non ha mancato di celebrare l'inserimento degli iconici portici della città di Bologna tra i siti riconosciuti come Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO.

Bologna può vantare ben 62 chilometri di portici, i quali risalgono nei casi più remoti al dodicesimo secolo. Il tratto di portico più lungo è quello che collega la città con il Santuario della Madonna di San Luca in cima al Colle della Guardia: è composto di ben 666 archi e si estende per 3.796 metri.

Quale miglior omaggio del portare un esemplare di Lamborghini Sian a spasso per la città e per la sua periferia per la realizzazione di una fantastica galleria di immagini. Le storiche forme architetturali dei portici si mischiano benissimo con le aggressive linee della hypercar ibrida, la quale ha scosso gli archi con la possente sonorità di un V12 aspirato da 6,5 litri abbinato a una unità elettrica a 48-volt e 34 cavalli.

La casa automobilistica di Sant'Agata Bolognese ha elettrificato la Sian attraverso l'introduzione di un supercondensatore, che però verrà messo da parte nel prossimo futuro per lasciare spazio alla più classica batteria agli ioni di litio. Il nuovo sistema permetterà ai futuri modelli di muoversi con una piccola autonomia a zero emissioni e quindi di entrare nelle ZTL cittadine senza problemi, ma lo scopo del brand è sempre quello di lanciare sul mercato bolidi estremamente performanti.

E' per questo motivo che l'imminente erede della Aventador farà uso di un V12 nuovo di zecca. I tecnici del team hanno piani estremamente ambiziosi per la vettura.

FONTE: carscoops
Quanto è interessante?
1
Lamborghini SianLamborghini SianLamborghini SianLamborghini SianLamborghini SianLamborghini SianLamborghini Sian