La prima Lamborghini Revuelto è stato consegnata, dove? Sempre nella stessa città...

di

Dopo la consegna della prima Ferrari SF90XX Stradale, a Londra sbarca un'altra supercar, precisamente la Lamborghini Revuelto. Come documentato dal video che trovate qui sopra, la prima ibrida del Toro è giunta negli scorsi giorni nella capitale inglese in tutta la sua maestosità.

L'esemplare consegnato nella City non è affatto passato inosservato sia per la sua bellezza, quanto per il suo colore. Il fortunato possessore della Lamborghini Revuelto, che è sold out fino al 2026, ha deciso di ordinarla in una particolare tonalità Verde Turbine con cerchi in nero lucido ed altri dettagli sempre in nero.

Una versione quindi tutt'altro che convenzionale e una volta che è stata avvistata il gesto delle persone in strada è stato unanime e all'unisono: tutti con lo smartphone in mano a fotografarla. Del resto non si può restare indifferenti a cotanta bellezza, e una foto ricordo merita di essere scattata.

A realizzare quella che è un'opera d'arte su ruote è il capo design Mitja Borkert, che ha dato vita ad una delle più belle Lambo di sempre, dotata di un motore V12 che fa la sua bella mostra nella zona posteriore dell'hypercar. Essendo ibrida e plug-in, oltre al propulsore a benzina la vettura del Toro vanta anche un sistema elettrico composto da ben tre diversi motori dotati ciascuno di 187 cavalli, per una potenza totale di ben 1.001 cavalli e 1.062 Newton metri di coppia, numeri pazzeschi. La Lamborghini in questione raggiunge i 100 km/h da fermo in soli 2,5 secondi mentre la velocità è limitata elettronicamente a 350 km/h.

Un curioso scherzo ha voluto che proprio fuori dalla concessionaria Lamborghini londinese fosse parcheggiata un'altra vettura che ha fatto la sua prima comparsa in strada a Londra, leggasi la Ferrari Purosangue, in questo caso ammirata in un colore non disponibile nella gamma Ferrari, quindi “customizzato”.

Piccola postilla: tenendo conto che la Revuelto è stata consegnata praticamente ad un anno esatto dalla presentazione (29 marzo 2023), il proprietario è decisamente fortunato visto che per averla di solito bisogna aspettare diversi anni: chissà chi sarà il possessore.

Questo testo include collegamenti di affiliazione: se effettui un acquisto o un ordine attraverso questi collegamenti, il nostro sito potrebbe ricevere una commissione in linea con la nostra pagina etica. Le tariffe potrebbero variare dopo la pubblicazione dell'articolo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
Unisciti all'orda: la chat telegramper parlare di videogiochi