Lamborghini punta sull'ibrido: niente Salone di Ginevra ma un evento standalone

Lamborghini punta sull'ibrido: niente Salone di Ginevra ma un evento standalone
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Lamborghini non sarà al prossimo Salone di Ginevra 2020, che si terrà nel mese di marzo. È questa la notizia che sta rimbalzando sulle principali testate di settore, con il marchio italiano che organizzerà invece un evento standalone.

A dirlo è stata proprio la casa italiana, che non vuole "confondersi" con gli altri brand del Salone ma accendere riflettori specifici su di lei, in un evento separato. Ma cosa vedremo a questo appuntamento, esattamente? Difficile da dire, nel comunicato ufficiale diramato dall'azienda non figura alcun modello, alcun nome, tutto è avvolto nel mistero.

Probabilmente una delle sorprese sarà il SUV da competizione Lamborghini Urus ST-X, il cui debutto ufficiale è dato a Misano il prossimo autunno. Sappiamo poi che il produttore sta lavorando a un nuovo sistema ibrido super potente, non sarebbe dunque una follia aspettarsi una vettura plug-in (con batteria al litio e una piccola autonomia elettrica, come la Ferrari SF90 Stradale).

Inoltre il comunicato parla dei piani dell'azienda, che ha intenzione di offrire varianti ibride di tutti i suoi modelli attualmente a listino. In parole povere potremmo aspettarci le nuove Huracàn e Aventador ibride, con motore termico ed elettrico insieme. Chiudiamo poi con la Lamborghini Sian FKP 37, sportiva di lusso che sarà prodotta soltanto in 63 unità da poco più di 3 milioni di euro l'una, di lei però abbiamo già parlato in passato, non sarà certo il fulcro del prossimo evento 2020.

FONTE: Motor1.com
Quanto è interessante?
1