Lamborghini cambia strategia: accantonare accelerazione e velocità massima

Lamborghini cambia strategia: accantonare accelerazione e velocità massima
di

Nel corso degli ultimi anni le supercar di qualunque produttore di auto esistente hanno incrementato via via la loro potenza raggiungendo delle cifre stratosferiche. In alcuni casi è stato sfondato tranquillamente il muro dei 1.000 cavalli, ma per Lamborghini adesso c'è da concentrarsi su altri aspetti.

Durante una recente conferenza stampa, tenutasi per la nuova ed eccitante Huracan STO, il boss della divisione Lamborghini Asia Pacific Francesco Scardaoni ha affermato che con l'arrivo dei veicoli elettrificati l'accelerazione non è più importante come lo era stata in precedenza.

"Se torniamo indietro di dieci anni, probabilmente nel rispondere alla domanda sui parametri da considerare per un'auto avremmo risposto velocità massima, accelerazione e poi manovrabilità. Successivamente la velocità di punta è diventata il secondo parametro, mentre l'accelerazione il primo. Adesso invece l'accelerazione non è più così importante. Ciò è vero perché è molto facile per quel tipo di power unit (quelle elettriche) ottenere risultati incredibili in accelerazione." Avete appena letto le parole che Scardaoni ha rilasciato ai giornalisti di Car Advice.

Tra le altre cose le sue affermazioni sono in linea con l'andamento della progettazione Lamborghini degli ultimi anni. Proprio la Huracan STO è stata lanciata per offrire performance eccezionali sul tracciato, ma questo trend della casa di Sant'Agata Bolognese risale a modelli come la Aventador SVJ prodotta a partire dal 2011.

"Quello che adesso veramente la differenza è la guidabilità della macchina, la manovrabilità. Quando disponi di una buona accelerazione ma al contempo la macchina è dura da sterzare, pesante da indirizzare, non puoi sentire il piacere della guida veloce. Adesso, per quanto ci riguarda, la manovrabilità è in cima alle priorità dei produttori, specialmente per Lamborghini. Per Lamborghini la manovrabilità è cruciale, un parametro chiave." Scardaoni, come avrete notato, ha calcato e ricalcato alcuni termini per rendere chiara la sua posizione e quella del brand che rappresenta, e da un certo punto di vista è difficile contraddirlo.

Un'altra casa la quale sembra essersi spostata dalle velocità di punta irraggiungibili al focus sui tempi in pista è un noto marchio francese specializzato nella progettazione di hypercar. Stiamo parlando proprio di Bugatti, che di recente ha presentato un progetto di un'ambizione pazzesca che promette : ecco l'incredibile Bugatti Bolide.

FONTE: carscoops
Quanto è interessante?
2