La Lada Niva si rinnova completamente per la prima volta dopo 45 anni

La Lada Niva si rinnova completamente per la prima volta dopo 45 anni
di

Il fuoristrada russo Lada Niva ha avuto un buon seguito anche nel mercato italiano. Per avendo beneficiato di svariati aggiornamenti ha sempre mantenuto come base il progetto originale degli anni 70. Grazie al nuovo corso sotto il Gruppo Renault la Lada Niva verrà rinnovata completamente per la prima volta, adottando la piattaforma modulare CMF-B.

Nel nuovo piano approvato da Luca De Meo il ruolo del marchio Lada appare centrale, insieme a Dacia sarà l'arma per penetrare in nuovi mercati e segmenti. La Niva passerà dal robusto telaio uniframe alla piattaforma modulare usata, tra le altre, da Renault Clio e Nissan Juke. Nuova meccanica e nuovo design, nello schizzo mostrato la Niva sembra proiettata agli anni venti di questo secolo, perdendo il fascino "rozzo" dell'attuale modello pur non rinunciando alla propria identità. Vengono mantenuti i fari circolari con gli indicatori di direzione montati in alto. Le forme del cofano sono squadrate, con superfici dai tagli netti, decisa anche la linea di cintura e gli angoli delle vetrature. A dare ulteriore carattere gli immancabili, per la categoria, passaruota massicci. Il Gruppo Renault sottolinea che le nuova Niva rimarrà “un prodotto tecnico per l'utilizzo in condizioni estreme” con “ampia altezza da terra, marce corte e costruzione robusta”.

La nuova Lada Niva è prevista per il 2024. Il marchio russo proporrà anche un SUV di segmento C nel 2025. Lada è parte del Gruppo Renault dal 2008, quando il produttore francese ha acquisito azioni della sua società madre, la AvtoVAZ. La Niva non sarà il primo veicolo Lada con meccaniche di derivazione Renault (questo record spetta alla X-Ray con piattaforma Dacia B0), ma probabilmente sarà il primo ad essere proposto anche con alimentazione elettrica. Il marchio detiene una quota di mercato del 20% in Russia, con Granta e Vesta ai primi posti nelle classifiche di vendita. Oggi il gruppo francese ha presentato anche la futura Renault 5 elettrica.

FONTE: Autocar
Quanto è interessante?
1