La Tesla Model 3 fa volare gli utili della società, ma restano debiti e insicurezze

La Tesla Model 3 fa volare gli utili della società, ma restano debiti e insicurezze
di

Tesla ha pubblicato i risultati fiscali dell'ultimo trimestre 2018, con ottime notizie per gli investitori ma meno spinta del previsto. Per la società si tratta del quarto trimestre positivo di fila, con vendite della Model 3 schizzate verso l'alto.

È proprio la berlina più "economica" e "alla portata di molti" della compagnia a spingere in alto i profitti: come si può evincere dal grafico in basso, la Model 3 ha iniziato il 2018 consegnando meno di 10.000 unità in tre mesi, nel secondo trimestre ci si è avvicinati alle 20.000 unità, per poi saltare oltre i 50.000 e i 60.000 esemplari negli ultimi sei mesi dell'anno. Tutto questo è merito dell'aumento di produzione, oltre ovviamente alla qualità dell'auto e al suo prezzo "aggressivo", soprattuto negli USA: attualmente gli impianti di Elon Musk riescono a produrre 4.858 Model 3 a settimana, appena 142 unità sotto l'obiettivo 5.000. Il 2019 però promette di essere un'annata ancor più intensa, con il goal delle 7.000 unità a settimana da raggiungere.

Se tutto va come prospetta l'azienda, le auto vendute fra il Q4 2019 e il Q2 2020 saranno 500.000. Oltre la Model 3, che in questo 2019 arriverà anche in Italia, Model S e Model X hanno venduto 27.550 unità nel quarto trimestre 2018, 160 in meno rispetto al Q3, un trend che potrebbe peggiorare nel 2019. A preoccupare è la situazione "dietro le quinte" di Tesla, che deve far fronte a 920 milioni di dollari di debito e a costanti cali del titolo in borsa. Il settore amministrativo dell'azienda ha ancora molto lavoro da fare per far quadrare i conti - non a caso di recente ha optato per diversi licenziamenti e deciso di aumentare i prezzi Supercharger, poi rivisti a causa delle polemiche.

FONTE: TheDrive
Quanto è interessante?
2
La Tesla Model 3 fa volare gli utili della società, ma restano debiti e insicurezze