La strategia di Google: rendere driverless le auto degli altri produttori e ribrandizzarle

La strategia di Google: rendere driverless le auto degli altri produttori e ribrandizzarle
di

La rivoluzione della Waymo di Google: l'azienda ha annunciato che produrrà i "suoi" veicoli in Michigan. I veicoli saranno forniti da produttori terzi, auto normali di quelle in parte già oggi in vendita nelle concessionarie. Waymo si occuperà di dotarle di un cuore tecnologico e dei suoi sistemi di guida autonoma, vendendole poi con il suo brand.

Che aspetto avranno le auto del futuro? Molto simile a quello che hanno le auto da oggi, sembrerebbe. Abbastanza esplicito su questo è il modus operandi che farà suo Waymo, la sussidiaria di Google creata per sviluppare e produrre tecnologie per la guida autonoma. L'azienda, infatti, ha detto che non produrrà auto da zero —troppo dispendioso, e richiederebbe un know how che non ha.

Waymo piuttosto ribrandizzerà con il suo logo le macchine dei produttori tradizionali, dopo averle dotate della sua tecnologia di guida autonoma. Waymo ha inoltre annunciato investimenti da 13,6 milioni di dollari per la costruzione del suo primo centro di produzione in Michigan. Più di 100 nuovi posti di lavoro creati, presto diventeranno 400.

Anche lo Stato americano parteciperà all'iniziativa, sussidiano l'operazione con 8 milioni di dollari. 20.000 dollari per ogni posto di lavoro creato, spiega Repubblica.

Per il momento lo sforzo di Waymo è diretto sulle auto di guida autonoma Level 4, quelle che sono in grado di guidarsi da sole ma a determinate condizioni, e richiedendo comunque che il guidatore sia vigile anche quando l'autopilota è attivo.

Quali saranno le macchine su cui sarà apposto il marchio Waymo? Probabilmente le Chrysler e le Jaguar, che sta già usando ora per i test. Waymo si è posta l'ambizioso obiettivo di produrre almeno 20.000 unità entro tre anni da oggi.

Quanto è interessante?
2