La BMW X3 M e la X4 M mostrano i loro muscoli in tre nuovi video ufficiali

INFORMAZIONI SCHEDA
di

Se Alfa Romeo ha conquistato il mondo dei SUV grazie alla sua Stelvio Quadrifoglio, lo Sport Utility Vehicle più veloce del mondo in grado di segnare il record di 07:51:70 al Nürburgring, BMW si propone di fare lo stesso con X3 M e X4 M, pronte ad arrivare Salone di Ginevra il prossimo marzo.

Dopo le varie immagini presentate negli scorsi giorni, sono oggi arrivati nuovi video ufficiali che mettono ancora più in risalto il dinamico duo.

Due veicoli che, a livello di velocità, non se le fanno dire da nessuno: scegliendo uno dei modelli Competition con il M Driver's Package opzionale, abbinato al rinnovato propulsore 3.0 litri a sei cilindri in linea con tecnologia M TwinPower Turbo con una potenza di 480 Cv, avremo un SUV capace di raggiungengere la quota dei 510 Cv, esattamente come la Stelvio Quadrifoglio, e fare senza problemi i 285 km/h; il che, considerando che l'X3 M e l'X4 M pesano circa due tonnellate, non è assolutamente un dato da poco.

Parliamo di cifre assolutamente interessanti: la X3 M e la X4 M offrono così uno scatto da 0 a 100 km/h in appena 4,2 secondi, che sulle versioni Competition si riduce al numero di 4,1 secondi.

Abbinata a questo motore decisamente aggressivo troviamo una trasmissione a otto rapporti M Steptronic con Drivelogic e il sistema di trazione integrale M xDrive, che abbiamo già visto sulla M5.

«l sistema M xDrive ha una prevalenza sulla trazione posteriore e offre ai possessori di Bmw X3 M e Bmw X4 M due modalità di guida AWD L’interazione, gestita dal DSC, tra M xDrive e il Differenziale Attivo M sull’assale posteriore, consente al sistema di trazione integrale di distribuire la potenza del motore tra le quattro ruote, come richiesto, per offrire trazione, agilità e stabilità direzionale ottimali», viene così spiegato dai tecnici.

Ma parliamo ora dell’estetica: le due automobili si distinguono per paraurti specifici, finiture nere per la calandra e per alcune componenti aerodinamiche. Per rendere il tutto ancora più accattivante e sportivo è possibile richiedere il pacchetto Carbon, che riempirà il nostro SUV con dettagli in fibra di carbonio per le prese d’aria, gli “air blades” per il paraurti anteriore, l’estrattore d’aria sul posteriore e uno spoiler posteriore.

Interessante anche il differenziale posteriore autobloccante a controllo elettronico, in grado di ottimizzare la trazione nei vari frangenti della guida, i rinforzi dello chassis e la ciclistica, con barre antirollio ora più rigide e ammortizzatori adattivi.

FONTE: Motor1.com
Quanto è interessante?
0