L'ecotassa prende forma: 4 fasce di prezzo fino a 2.500 euro

L'ecotassa prende forma: 4 fasce di prezzo fino a 2.500 euro
di

Dopo l'arrivo dei dettagli relativi agli incentivi auto 2019, ecco arrivare quelli sulla famigerata ecotassa, che finalmente ha una forma concreta dopo settimane di incertezza.

La nuova Manovra di Bilancio 2019 prevede infatti una sovrattassa per tutte le auto più inquinanti, anche se il testo approvato alla Camera - con scaglioni da 110 g/km a oltre 250 - è stato profondamente cambiato. Adesso si parte da 161 g/km, e fino ai 175 g/km il prezzo da pagare è di 1.100 euro, fra i 176 e i 200 g/km di emissioni di CO2 si paga invece 1.600 euro, mentre da 201 a 250 g/km di CO2 si sale a 2.000 euro tondi.

Se si superano i 250 g/km, si paga la quota più alta: ben 2.500 euro. Salve dunque le auto di bassa cilindrata e alcuni best seller come la Fiat Panda, che con la prima bozza avrebbe pagato la tassa sin dalla sua versione 1.2 litri. Tutti contenti, dunque? Ancora no, c'è infatti il Codacons che annuncia una nuova battaglia.

Secondo l'associazione dei consumatori, l'ecotassa va cancellata del tutto poiché rischia di frenare le vendite, anche in questa sua versione riveduta e corretta al rialzo. "L'ecotassa prevista dall'ultimo emendamento è una stangata a danno delle auto di lusso ma anche dei furgoni usati dai lavoratori e molte vetture di uso comune. Il Governo non colpisce i ricchi che acquistano mega-SUV o Ferrari ma le famiglie medie che comprano auto come la Fiat 500L Cross".

Quanto è interessante?
7

Le Offerte e le parti di ricambio per Auto e Moto in offerta su Amazon.it.