di

Dopo i test dello scorso anno, Kimi Räikkönen è tornato alla guida delle Alfa Romeo Giulia GTA e GTAm in occasione degli ultimi test andati in scena sulla pista di Balocco, per analizzare la bontà degli ultimi accorgimenti aerodinamici effettuati dopo la prima sessione di test con i piloti del Sauber F1 Team.

Le modifiche riguardavano principalmente il nuovo splitter regolabile di cui è dotato il paraurti anteriore, e la nuova ala posteriore, anch’essa settabile manualmente, entrambi sviluppati in sintonia con l’estrattore posteriore e il fondo vettura totalmente carenato.

A questo proposito, il giudizio di Kimi è stato breve ma chiaro, proprio come ci ha abituato in questi anni. “Iceman” l’ha trovata molto bilanciata ad alta velocità, con un anteriore che sembra più basso e in grado di far voltare con maggior rapidità la vettura. Ha poi aggiunto che l’auto risulta veloce ma allo stesso tempo facile da guidare e molto sensibile agli input impartiti dal pilota.

L’auto gli è piaciuta moltissimo, proprio per la sua natura di berlina utilizzabile tutti i giorni, ma che all’occorrenza può essere portata in pista, senza badare a compromessi. La collaborazione tra Alfa Romeo e il team Sauber non si è comunque limitata al solo test da parte dei piloti di Formula 1, ma ha riguardato anche la costruzione dei nuovi componenti in carbonio, affidati alle sapienti mani di Sauber Engineering.

Grazie al nuovo splitter e all’ala posteriore regolabili, l'auto è in grado di adattare la sua aerodinamica ad ogni circuito secondo le esigenze del guidatore. In particolare la versione GTAm avrà la configurazione aerodinamica più spinta, in grado di creare una downforce doppia rispetto alla GTA standard, e addirittura tre volte superiore alla Giulia Quadrifoglio, a dimostrazione di quanto sia importante la collaborazione tra Alfa Romeo e Sauber Engineering.

Quanto è interessante?
1
Alfa Romeo GiuliaAlfa Romeo GiuliaAlfa Romeo GiuliaAlfa Romeo GiuliaAlfa Romeo GiuliaAlfa Romeo GiuliaAlfa Romeo GiuliaAlfa Romeo Giulia