Jeep richiama oltre 30.000 Wrangler e Gladiator che rischiano di prendere fuoco

Jeep richiama oltre 30.000 Wrangler e Gladiator che rischiano di prendere fuoco
INFORMAZIONI SCHEDA
di

In casa FCA continua a piovere sul bagnato, anche (e forse soprattutto) oggi che è venerdì 13, giorno tradizionalmente sfortunato per la tradizione americana. La società si è infatti vista costretta a richiamare oltre 33.000 vetture che rischiano di sviluppare pericolosi incendi.

Le auto interessate sono, per l'esattezza, 33.327 unità, mentre i modelli interessati sono SUV Wrangler e pick-up Gladiator equipaggiati con trasmissione manuale. Secondo la National Highway Traffic Safety Administration, le auto che rientrano nel richiamo sarebbero le Jeep Wrangler prodotte fra il 2018 e il 2020, le Jeep Gladiator del 2020. Ma qual è esattamente il problema?

Queste vetture avrebbero dei dischi della frizione difettosi che, a causa dell'alta pressione, potrebbero surriscaldarsi e rompersi, in alcuni casi scatenare un incendio. FCA ha iniziato a investigare sul problema già a fine 2019, dopo diverse segnalazioni riguardanti alcuni incendi e problemi alla frizione.

I tecnici sono riusciti a ricreare il problema in officina, con frizioni in grado di raggiungere i 1.100 gradi centigradi - assolutamente quanto basta per scatenare un incendio. L'azienda italo-americana ha detto di avere a oggi 35 richieste di garanzia, 13 segnalazioni e un infortunio fortunatamente non grave; nessun incidente è stato formalmente ricollegato al problema in via ufficiale. Non sappiamo se verranno coinvolti anche mezzi venduti in Europa.

FONTE: TheDrive
Quanto è interessante?
1