INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il catalogo di veicoli elettrici messi in vendita da Alibaba è piuttosto rigoglioso e colorito, per di più offerti a prezzi piuttosto bassi. Questa mini-Jeep ne è un chiaro esempio: le dimensioni e le prestazioni sono paragonabili a quelle di un golf cart, ma ha stile da vendere. Scopriamo quindi alcuni dei retroscena sul veicolo.

Il sito Electrek propone una rubrica settimanale dedicata a questi mezzi inusuali, ma questa volta ha avuto il piacere di presentare l’esperienza d’acquisto e d’uso di un lettore, che ha deciso di comprare questa Jeep in miniatura appunto.

Il proprietario di questa micro-car ha scelto di finalizzare l’ordine principalmente per fare un regalo ai suoi figli, così da farli divertire durante le vacanze in campeggio. I bambini sono ormai grandi per le classiche vetture “giocattolo” dedicate ai bimbi più piccoli, ma allo stesso tempo non hanno l’età giusta per un ATV a motore, per questo ha scelto Alibaba.

Il processo di vendita si è svolto in maniera piuttosto liscia e senza particolari intoppi, grazie anche al sistema di autocorrezione presente nell’app dell’ecommerce, che traduce in automatico i messaggi del cliente in lingua cinese, così da agevolare la comunicazione col venditore.

La spedizione è avvenuta entro i 15 giorni dichiarati dal venditore, e ha richiesto un bel po’ di tempo prima di giungere a destinazione, che in questo caso è incappato nel problema nato dall’incagliamento della nave Ever Given nel canale di Suez.

Il costo della spedizione in sé non è stato particolarmente alto, a differenza delle varie tariffe e tasse applicate all’acquisto, che alla fine hanno portato ad una spesa totale attorno ai 3,000 dollari, partendo dai 1,700 dollari richiesti per la piccola Jeep elettrica.

Una volta ricevuta, sono iniziate le sorprese. Durante l’acquisto non viene specificato, ma la vettura arriva smontata, e all’interno del pacco a quanto pare non è presente alcun tipo di libretto d’istruzioni, quindi bisogna armarsi di santa pazienza e costruire affidandosi all’intuito. Tutto questo viene reso ancor più complesso dall’assemblaggio poco preciso dei vari pezzi, che quasi sicuramente non vengono sottoposti ad un controllo qualità.

Per il montaggio di molti componenti il nostro protagonista ha dovuto metter mano al flessibile e alla saldatrice, quindi se non si ha un po’ di manualità e conoscenza, sarà difficile portare a termine il lavoro con ottimi risultati. Per farvi un esempio, la piccola fuoristrada arriva dotata di verricello, che però non ha alcun tipo di staffa o aggancio per il fissaggio al paraurti anteriore. Alcuni elementi da unire assieme attraverso viti o perni spesso non combaciano, e una ruota montata andava a sfregare contro la pinza del freno durante la marcia.

Parlando di prestazioni invece, la Jeep dovrebbe raggiungere una velocità di circa 40 km/h, con un’autonomia che oscilla tra gli 8 e i 16 km, una percorrenza ben lontana dai 77 km dichiarati dal venditore.

Insomma, l’acquisto e il montaggio della vettura è una bella avventura da portare a termine, e le prestazioni non sono certo da record, ma alla fine di tutto, il nostro cliente è rimasto soddisfatto dell’acquisto, tanto da consigliarlo apertamente, a patto di mettere in conto un po’ di sano olio di gomito.

Nel nostro mercato è un veicolo che non troverà terra fertile, e siamo convinti che i giovani troveranno più interessante uno scooter come il Piaggio ONE - il modello scelto dalla casa italiana per rivoluzionare la mobilità urbana – o qualcosa di simile, come ad esempio il NIU NQi Sport, che può essere noleggiato mensilmente con Swapfiets.

FONTE: Electrek
Quanto è interessante?
2
Questa Jeep elettrica può essere vostra per 1700 dollari su Alibaba: sarà un vero affare?