di

Fin da quanto il CEO di Tesla Elon Musk, nel corso del mese di gennaio, ha condiviso le specifiche tecniche e le performance relative alla Tesla Model S Plaid si era capito che in molti l'avrebbero immediatamente portata in strada per metterla alla prova, quantomeno per quanto concerne l'accelerazione.

La berlina elettrica premium infatti propone ai consumatori un output complessivo ben superiore ai 1.000 cavalli di potenza, nonché uno scatto da 0 a 96 km/h attuabile in meno di 2 secondi. Adesso che la macchina è ufficialmente stata commercializzata il noto appassionato di motori Jay Leno non ci ha visto più, ed è salito subito su un esemplare per lanciarlo a tutta birra.

Prima di darvi il risultato effettivo sul quarto di miglio vogliamo condividere un po' di statistiche sugli altri modelli capaci di scendere al di sotto dei 10 secondi. Da menzionare ci sono di certo la McLaren P1 con circa 10 secondi necessari, c'è la Porsche 918 Spyder con 9,81 secondi, c'è la Bugatti Chiron con 9,5 secondi circa e ben pochi altri modelli. Adesso però tenetevi forte: la nuova Tesla Model S Plaid guidata da Jay Leno ha chiuso il quarto di miglio in 9,24 secondi!

La macchina ci è riuscita nonostante la presenza di un grosso pacco batterie che assicura più di 600 chilometri di autonomia (con tanto di ricarica fulminea), ed è impressionante anche perché è risaputo che oltre una certa velocità i motori termici la facciano ancora da padrone. Per lo scatto da 0 a 100 km/h infatti la propulsione elettrica, con la sua erogazione istantanea della coppia, non sorprende più quando supera in performance le hypercar, ma oltre i 150 km/h circa è ancora la combustione interna a garantire una progressione più poderosa. Giusto per fare un esempio rafforzativo, la Bugatti Chiron citata in precedenza supera ampiamente i 400 km/h di velocità di punta, mentre la Model S Plaid si ferma a 322 km/h (comunque eccellenti per una berlina).

D'altra parte uno dei motivi di tale successo sta anche nell'incredibile coefficiente aerodinamico della EV, che con uno sbalorditivo 0,208 si inserisce tra i modelli stradali con maggiore penetrazione dell'aria.

Prima di lasciarvi ci teniamo a menzionare una particolarissima feature della Model S aggiornata: può tranquillamente far girare Cyberpunk 2077 grazie alla potenza dei processori Ryzen ed RDNA 2 forniti direttamente da AMD. Dato che sul PlayStation Store il gioco non c'è ancora, magari con 129.990 euro potreste fruirlo all'interno del vostro abitacolo.

FONTE: motor1
Quanto è interessante?
1