Il governo italiano potrebbe acquisire una quota di Stellantis

Il governo italiano potrebbe acquisire una quota di Stellantis
di

Stando a quanto appena dichiarato dall'attuale viceministro dell'economia e delle finanze italiane, Antonio Misiani, lo stato italiano potrebbe acquisire delle rilevanti quote di Stellantis: la società automobilistica italo-francese non è ancora arrivata alla luce, ma i riflettori sono già puntati verso di lei.

Alcuni giorni fa gli azionisti di Fiat Chrysler e del Gruppo PSA hanno approvato la gigantesca fusione dal valore di 52 miliardi di dollari, atta a creare il quarto produttore di veicoli al mondo per numero di esemplari venduti ogni anno (oppure sesto secondo gli ultimi dati). D'altro canto, secondo l'agenzia Reuters, allo stato attuale dei fatti sia PSA che FCA non hanno ancora commentato le parole di Misiani.

Queste le parole del viceministro, riportate dai giornalisti di La Repubblica:"Una eventuale presenza dello Stato italiano nel nuovo gruppo automobilistico Stellantis non può e non deve essere un tabù." Giusto per creare un contesto degli attori in gioco, l'investitore con quote maggiori in Stellantis è Exor col 14,4 percento, mentre lo Stato francese detiene il 6,2 percento delle azioni attraverso la BPI France (banca pubblica francese).

A seguire Misiani ci ha però tenuto a buttare acqua sul fuoco dicendo che al momento non sussistono le condizioni per un ingresso statale nella società:"Non possiamo certo pensare a un'operazione ostile, un intervento di questo tipo va costruito in modo consensuale. E deve essere funzionale ad una strategia di politica industriale."

E' chiaro che per ora, quando ancora FCA e PSA non sono ancora una sola entità, è davvero impossibile discutere di simili operazioni. Si può invece parlare dalla possibile fine del marchio Chrysler all'alba della fusione: un riassetto strategico sarebbe fatale per il brand statunitense. Speranze a mille invece per quanto riguarda gli appassionati della Alfa Romeo Giulietta: la berlina italiana potrebbe effettivamente tornare alla ribalta.

FONTE: carscoops
Quanto è interessante?
2