Italia arranca sulla mobilità sostenibile: terzultimo posto per vendite auto elettriche

Italia arranca sulla mobilità sostenibile: terzultimo posto per vendite auto elettriche
di

Gli ultimi dati sul calo della vendita di auto elettriche in Italia nel corso del 2022 trovano seguito in una nuova analisi di mercato relativa alla mobilità sostenibile, secondo la quale l’Italia sarebbe molto indietro a livello mondiale con l’adozione dei veicoli elettrici, complice una spinta molto ridotta verso la e-mobility.

Secondo l’ultima classifica pubblicata da EY EV (Electric Vehicle) Country Readiness Index, il Belpaese si colloca al dodicesimo posto sui quattordici principali mercati automobilistici al mondo nell’ambito della mobilità elettrica, soltanto sopra Canada e India. A guidare la Top 14, invece, sono Cina, Norvegia, Svezia, Germania e Regno Unito.

In particolar modo, oltre la metà della popolazione intervistata si è dichiarata pronta ad acquistare un veicolo elettrico come prossima vettura, segno della diffusione della e-mobility. In Norvegia, al contempo, si trova un settore manifatturiero poco sviluppato ma infrastrutture e mercato a livelli piuttosto elevati; insomma, servirebbe una spinta lato produzione.

Giovanni Passalacqua, Partner e Automotive Consulting Leader di EY in Italia, ha dichiarato: “L’indagine EY fotografa un Paese che, nonostante le sfide che sta affrontando, sostiene lo sviluppo dell’e-mobility grazie a una serie di iniziative recentemente intraprese e può contare sull’impegno di tutto il settore nel rispondere ai bisogni del consumatore. Secondo la nostra indagine, solo per il 24% degli italiani la difficoltà legata alla ricarica di un veicolo elettrico influisce sull’acquisto. Un dato che è più basso rispetto ad altri paesi. Tuttavia, il caro energia e la spinta inflazionistica, potrebbero frenare lo sviluppo del mercato. Per sostenere e accelerare lo sviluppo del settore nel medio-lungo termine sarà fondamentale la semplificazione normativa, oltre a far convergere incentivi e interventi di investimento pubblico con iniziative industriali esistenti e future sul territorio”.

Se si osserva nel dettaglio la classifica, tuttavia, notiamo che la domanda è piuttosto alta nel Belpaese, mentre l’offerta è tra le più basse al mondo. Con le giuste forniture, dunque, probabilmente ci si collocherebbe in una posizione più elevata, diventando tra i paesi maggiori promotori della mobilità sostenibile.

Nel mentre, un’altra ricerca nel settore ha mostrato che le auto elettriche costituiscono il 10% delle vendite globali di veicoli.

Quanto è interessante?
1
Italia arranca sulla mobilità sostenibile: terzultimo posto per vendite auto elettriche