In Italia 28% delle morti su strada colpisce i motociclisti

In Italia 28% delle morti su strada colpisce i motociclisti
di

Il 28% delle morti su strada colpisce i motociclisti, rivela il report dell'European Transport Safety Council. Su questo l'Italia fa peggio del resto dell'Europa. Forse è colpa del parco veicoli estremamente datato.

Il 28% degli incidenti mortali colpiscono i proprietari di veicoli a due ruote: 24 su 100 riguardano i conducenti di motociclette, mentre 4 su 100 ciclomotori. Sono tra le percentuali più alte dell'Europa, segnala l'ANSA. I dati ci arrivano dall'European Transport Safety Council, organizzazione che si occupa di monitorare la condizione della sicurezza stradale in tutta l'Europa.

La fotografia generale è invece più rassicurante, anche se non mancano Paesi non ancora allineati al trend positivo. Se, infatti, complessivamente gli incidenti mortali diminuiscono del 2.2% (dal 2010 al 2017), esistono anche Paesi come la Romania dove i morti su strada sono il quadruplo della media europea.

L'Italia, come ben si intuisce dai dati sopramenzionati, è un'area anomala per quanto riguarda le morti su due ruote. Il motivo? Anche colpa dei veicoli datati: il 70% delle moto sulle strade italiane ha più di 10 anni.

Nota a margine: ogni tanto a rendere ancora più precaria la sicurezza dei motociclisti ci si aggiunge una discreta mole di sfiga. Lo ha sperimentato, suo malgrado, un motociclista che è stato colpito e ucciso da un fulmine mentre percorreva la Interstate 95 in Florida. Un evento più unico che raro.

FONTE: ANSA
Quanto è interessante?
2