McLaren pronta a vendere parte del team di F1? Parla un insider

McLaren pronta a vendere parte del team di F1? Parla un insider
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il favoloso terzo posto di Lando Norris al Gran Premio d'Austria, conquistato con il giro veloce all'ultima tornata, ha distolto l'attenzione mediatica dalla situazione economica della casa costruttrice di Woking.

Lo stop forzato dovuto alla pandemia mondiale ha messo in ginocchio l'azienda inglese, che durante la crisi ha esplicitato la sua continua ricerca di finanziamenti. A gettare fuoco sulla benzina uno scontro tra azionisti e investitori obbligazionari, in disaccordo sugli obiettivi aziendali a lungo termine. Un primo dato positivo viene dal prestito di 150 milioni di sterline a tassi agevolati da parte della National Bank of Bahrain, una notizia rassicurante per l'azienda ma che non risolve completamente i problemi economici a medio termine.

L'azienda, conosciuta come McLaren Group, è divisa nei rami Automotive, auto stradali, Racing, il team di Formula 1 e Applied, che si occupa di elettronica, energia e materiali compositi. Il noto portale inglese Autocar si è interrogato sulle possibili strategie della casa di Woking e un insider ha negato possibili vendite nei rami Automotive e Applied, dichiarando che le uniche trattative avanzate riguardano quote di minoranza della divisione Racing. Avvicinato da Autocar un portavoce McLaren ha dichiarato “Stiamo considerando la possibilità di ulteriori investitori per la divisione Racing”.

Due anni fa il McLaren Group era valutato circa 2 miliardi di sterline, dato a cui siamo a conoscenza grazie a Michael Latifi, padre del pilota Williams Nicholas Latifi, che acquistò il 10% delle quote per 200 milioni di sterline. Ipotizzare il valore della sola McLaren Racing è azzardato, ma è probabile che tra l'imminente budget cap, che dovrebbe aumentarne i profitti, e la ritrovata competitività la cifra sia maggiore rispetto al 2018. A maggio la McLaren ha tagliato 1200 posti di lavoro in un'operazione di riduzione dei costi, quasi tutti provenienti dalla divisione Automotive, ramo redditizio prima della pandemia.

Ci auguriamo che la casa di Woking possa riprendersi da questa delicata situazione, così da regalare a noi appassionati altre perle come la velocissima McLaren Speedtail o la McLaren Elva, simbolo delle capacità del reparto MSO.

Quanto è interessante?
2