Inizia male il 2020 di Alfa Romeo: -27% a gennaio, Stelvio perde il 21%

Inizia male il 2020 di Alfa Romeo: -27% a gennaio, Stelvio perde il 21%
di

A oggi, cosa sarà del futuro di Alfa Romeo nessuno lo sa, probabilmente neppure i vertici dell'azienda - che attendono direttive in seguito alla fusione FCA-PSA. Di certo sappiamo che la line-up 2021-2022 è cambiata di recente e che il SUV Tonale ha vinto un importante riconoscimento a Chamonix, le vendite del brand però sono in negativo.

La contentezza per il premio Most Beautiful Show Car 2020 vinto dall'Alfa Romeo Tonale al 35esimo Festival Automobile International è durata poco, perché i dati di gennaio 2020 relativi alle vendite del marchio italiano fanno segnare un preoccupante -27%. Se a gennaio 2019 le auto consegnate da Alfa Romeo erano state quasi 2.500, in questo 2020 siamo a 1.798 unità, un calo netto del 27,35%.

Perdite nettamente superiori rispetto alla media dell'intero mercato: in Italia il settore automotive ha infatti perso il 5,6% a gennaio 2020. Guai anche dal punto di vista della quota di mercato generale, che diminuisce ulteriormente: dall'1,5% siamo passati all'1,16%. L'auto più venduta di Alfa Romeo è certamente Stelvio, che da sola contribuisce al 43% delle vendite totali; a gennaio 2020 sono state 783 le unità vendute, comunque in calo del 21% rispetto 2019, dunque un dato ugualmente preoccupante. Se anche Stelvio esaurisce il suo potere di propulsione, con Giulietta che presto saluterà la catena di montaggio, il futuro si fa davvero preoccupante.

Quanto è interessante?
1