Hyundai realizza il primo aeroporto per taxi volanti in Inghilterra

Hyundai realizza il primo aeroporto per taxi volanti in Inghilterra
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Le auto volanti sono una fantasia dell'umanità da quando è stata creata l'automobile. Ora i tempi sono finalmente maturi per realizzare qualcosa di concreto. Nella città inglese di Coventry si costruirà un aeroporto per taxi volanti, un progetto "pilota" che vuole abituare il pubblico alla nuova tecnologia.

Tutto nasce grazie ad Urban-Air Port, start-up britannica, e al gigante automobilistico Hyundai Motor Group. Da novembre i cittadini e visitatori di Coventry potranno vedere in anteprima che aspetto avrà un aeroporto per auto volanti, ammirando anche un drone per il trasporto passeggeri e un velivolo elettrico dotato di decollo e atterraggio verticale (eVTOL), come ad esempio quello presentato al CES 2020 proprio da Hyundai.

Il sistema Urban-Air Port è stato selezionato da un programma governativo, ricevendo una sovvenzione da 1,65 milioni di euro, essenziale per la costruzione dell'infrastruttura a Coventry.

“Con il sostengo del governo del Regno Unito e di Hyundai Motor Group realizzeremo il primo aeroporto [per taxi volanti] completamente operativo al mondo”, ha dichiarato a Reuters Ricky Sandhu, fondatore e presidente esecutivo di Urban Air-Port, aggiungendo “non puoi scendere o salire dal treno se non raggiungi la stazione ferroviaria, quindi l'infrastruttura a terra di supporto è assolutamente fondamentale.”

La sfida dei taxi volanti entrerà nel vivo nei prossimi anni, anche Stellantis sarà presente in collaborazione con Archer Aviation. A sorpresa si è tirata indietro dalla corsa Uber, che dopo i report di inizio dicembre ha ufficializzato la vendita di Uber Elevate a Joby Aviation.

Quanto è interessante?
3
Hyundai realizza il primo aeroporto per taxi volanti in Inghilterra