di

Come ben sapete, i motori elettrici vengono alimentati solitamente a batteria (possono essere alimentati anche a idrogeno ma è più raro) e non hanno bisogno di un cambio, hanno un’accelerazione progressiva che non necessita di trasmissione. Una società canadese però ne ha inventata una proprio per propulsori elettrici.

Inmotive ha creato un innovativo cambio a due marce per veicoli elettrici in grado di portare numerosi vantaggi al conducente. A oggi solo il Gruppo Volkswagen ha utilizzato un cambio a due marce per le sue Audi e Porsche EV, con il cambio di passo che diventa evidente quando si preme maggiormente l’acceleratore, l’idea di Inmotive però è parecchio diversa e funziona anche su vetture standard, non ad altissime prestazioni, oltre che su autobus e furgoni.

Denominata Ingear, questa trasmissione permetterebbe alle auto elettriche di essere più efficienti. Il suo funzionamento è molto simile a un cambio per bicicletta, anche se gli ingranaggi in questo caso sarebbero soltanto due, Marcia Alta e Marcia Bassa. Grazie a un pignone meccanico, la catena sarebbe in grado di spostarsi fra gli ingranaggi, che comunque avrebbero una connessione diretta al motore.

A livello di coppia dunque, l’auto avrebbe comunque un’erogazione costante, ciò che andrebbe a cambiare sarebbe la forza necessaria per muovere le ruote. Con questo sistema, Inmotion afferma di poter migliorare l’autonomia dal 7% al 15%, mentre l’accelerazione avrebbe un beneficio del 15%. Certo in questo modo viene aggiunto un nuovo ingranaggio a un’auto elettrica che invece ha bisogno di pochissimi elementi per funzionare, andando così a complicare le cose dal punto di vista meccanico. Vedremo se i grandi produttori decideranno di implementare un sistema simile oppure no…

Quanto è interessante?
2