Industria automobilistica: l'Unrae chiede interventi a sostegno del settore

Industria automobilistica: l'Unrae chiede interventi a sostegno del settore
di

L'Associazione delle Case Automobilistiche Estere (Unrae) in una nota diffusa oggi ha chiesto agli stati sostegno per l'industria, che sta attraversando un periodo non facile certificato dal calo della domanda e la frenata della locomotiva tedesca, a cui si aggiunge la difficile situazione politica in alcuni stati.

Nel comunicato si parla di "problemi attuali, come il calo della domanda continentale", ma si fa riferimento anche a "minacce incombenti come la 'no deal Brexit' ed i dazi sul commercio globale", a cui si aggiunge "l'entrata in vigore dal 2020 delle nuove misure restringenti in termini di emissioni di CO2, e gli ingenti investimenti richiesti dalle pressanti sfide tecnologiche e dai cambiamenti nella società: elettrificazione, connettività, guida autonoma, nuovi modelli di mobilità".

Ecco perchè, alla luce della situazione che si è venuta a creare, secondo l'Unrae "senza interventi urgenti ed articolati a sostegno dell'industria auto europea, sul lato sia della domanda che dell'offerta il paventato deserto dei profitti rischia seriamente di materializzarsi, colpendo un settore che nella sola Europa occupa quasi 14 milioni di persone".

Il comunicato arriva a qualche giorno di distanza dalla pubblicazione dei dati sulle immatricolazioni in Europa: ad Agosto è stato infatti registrato un crollo complessivo dell'8,6%, con 1,074 milioni di automobili immatricolate nell'ottavo mese dell'anno.

Quanto è interessante?
3