Torino indisciplinata: 50 multe al giorno a chi guida i monopattini elettrici

Torino indisciplinata: 50 multe al giorno a chi guida i monopattini elettrici
di

Negli ultimi anni i monopattini elettrici hanno vissuto un vero e proprio boom nel nostro Paese. Dopo i dubbi iniziali, è arrivata l’equiparazione alle biciclette e le relative regole da rispettare, non tutti però le hanno recepite a dovere. Ora a Torino la stretta dei vigili: vengono redatte 50 multe al giorno.

Il comune piemontese, dove i monopattini sono particolarmente diffusi, ha iniziato controlli a tappeto sin dallo scorso mese di maggio, con pattuglie dedicate a questo tipo di controlli. Secondo Emiliano Bezzon, comandante della Polizia Municipale di Torino, in media vengono comminate 50 multe al giorno per uso non corretto di un monopattino. “Sono soprattutto due le tipologie di guida scorretta”, ha detto Bezzon, “in primis sanzioniamo coloro che vanno sotto i portici o sui marciapiedi. Non solo in Via Sacchi ma lungo tutti i 18 chilometri di portici. Poi c’è chi va in coppia su un singolo monopattino. Abbiamo avuto due casi in cui erano addirittura in tre sullo stesso monopattino”.

In merito alla quantità dei controlli, sempre Bezzon ha detto: “Ovviamente non possiamo installare dissuasori per monopattini lungo tutti i portici, così come non possiamo avere agenti 24 ore su 24 focalizzati su questi veicoli. La gente però deve sapere che i controlli ci sono e che è abbastanza facile essere pizzicati sotto i portici.” Sotto la lente inquisitoria anche i 40 euro di sanzione, forse non sempre efficaci: “Qualche pena accessoria porterebbe probabilmente a risultati migliori, inoltre anche aggiungere le targhe ai singoli monopattini aiuterebbe nei controlli”.

Il comandante però ha sottolineato che non si tratta di una guerra contro i monopattini, “il problema sono i comportamenti errati, non la qualità del mezzo e l’importanza che può avere negli spostamenti urbani”. Altro problema verrebbe dal noleggio: chi ha un monopattino di proprietà difficilmente lo parcheggia in malo modo, sono gli utenti dello sharing che sono più indisciplinati.

Non sono pochi poi gli incidenti: “In una giornata ne abbiamo avuti 5 che coinvolgevano i monopattini. Quante persone di sera utilizzano a dovere il gilet catarifrangente?”. Insomma, c’è ancora tanto lavoro da fare per abilitare pienamente i monopattini elettrici, le regole però ci sono da tempo, è buona parte del pubblico che non le rispetta mai, bisognerebbe forse lavorare sull’educazione e la cultura della mobilità green.

Quanto è interessante?
1