L'India si lancia sulle auto elettriche: pronti 4 miliardi di euro

L'India si lancia sulle auto elettriche: pronti 4 miliardi di euro
di

L'India ha appena programmato un piano da 4 miliardi di euro per incentivare le compagnie automobilistiche a mettere in piedi avanzatissimi stabilimenti atti alla produzione di batterie. L'intento è quello di rilanciare e promuovere le vetture elettriche riducendo la dipendenza del Paese dal petrolio. A riportare la notizia è l'agenzia Reuters

La proposta è stata fatta dal gruppo di esperti di NITI Aayog, un ente federale presieduto dal Primo Ministro, Narendra Modi. Secondo la loro analisi l'India può tagliare le spese relative all'importazione di petrolio per oltre 34 miliardi di euro, nel caso in cui entro il 2030 le auto elettriche avranno raggiunto una sufficiente diffusione tra la popolazione.

La proposta dovrà in ogni caso, prima dell'approvazione definitiva, subire dei processi di revisione e accettazione da parte del Consiglio dei ministri. Entro la prossime settimane dovrà tenersi una riunione nel merito, ma al momento non abbiamo potuto saperne di più, poiché il rappresentante del governo il quale ha diffuso le prime informazioni non ha potuto condividere altro con la stampa.

A ogni modo gli incentivi cominceranno a essere erogati a partire dal seguente anno fiscale e in maniera progressiva nel corso di alcuni anni, mentre l'attuale tassa al 5 percento sull'importazione di batterie per le auto elettriche resterà invariata per un po' prima di passare al 15 percento, con lo scopo di promuovere la produzione locale scoraggiando sensibilmente l'importazione.

La situazione indiana attuale circa l'espansione del mercato delle EV non è delle più promettenti. Difatti, durante quest'anno fiscale, nel Paese sono state acquistate appena 3.400 auto elettriche nonostante esso abbia una popolazione superiore agli 1,3 miliardi di abitanti. Giusto per comparativa, durante lo stesso periodo i cittadini hanno comprato 1,7 milioni di autovetture tradizionali. Al Governo tutto questo non piace affatto, e da ciò deriva l'enorme piano appena descritto.

Un altro Paese il quale si sta impegnando in modo particolare nella promozione delle vetture completamente elettriche è il Regno Unito: parte del governo d'oltremanica ha intenzione di vietare la vendita di veicoli a benzina, diesel e anche ibridi entro il 2030 e in anticipo di 5 anni rispetto alle previsioni stipulate in precedenza. Nel frattempo ci sono anche altri modi per evitare le emissioni, e uno di questi consiste nel ridurre la velocità massima su alcune tratte autostradali: ecco l'esperimento UK.

FONTE: autoblog
Quanto è interessante?
1