Anche l'India ha la sua hypercar: ecco la MMM Azani da oltre 1.000 CV

Anche l'India ha la sua hypercar: ecco la MMM Azani da oltre 1.000 CV
di

Facciamo un gioco, pensate a tre marchi automobilistici indiani. Tra pochi caratteri la soluzione: Tata, Mahindra e Maruti Suzuki sono i brand più noti della penisola indiana. C'è tuttavia una quarta azienda locale che ha nel sangue le alte prestazioni: la Mean Metal Motors.

Il brand si è annunciato al mondo nel 2015, quando fu svelata la M-Zero, la prima supercar indiana. Ora MMM vuole puntare ancora più in alto con la prima hypercar del paese: ecco l'Azani da 1.014 CV.

La vettura è completamente elettrica e può contare su un telaio stile skateboard in alluminio e in un pacco batterie da 120 kWh, capaci di garantire, secondo le stime ufficiali, ben 523 chilometri di autonomia. I 1.000 Nm di coppia aiutano l'Azani a scattare da 0 a 60 miglia (0-96 km/h) in soli 2,1 secondi. La velocità massima dichiarata è invece di 322 km/h.

Limitare i costi di produzione è uno dei punti salienti del progetto: MMM ha studiato componenti modulari per ridurre i margini dei fornitori del 25%. Il design della hypercar indiana è particolarmente estremo, fatto da una fitta serie di nervature e convessità. La natura elettrica è evidente dall'assenza di una calandra anteriore, mentre gli "arrabbiati" gruppi ottici formano un'unica figura con le prese d'aria laterali. Dalla vista laterale è evidente il peso scultoreo dei passaruota, collegati visivamente da una sovradimensionata e affilata minigonna. Il basso e fluente padiglione presenta una doppia gobba degna di Zagato e si spegne nel posteriore, dove incontra una larghissima striscia LED.

Tanta grinta ma anche tanta tecnologia, l'Azani avrà un sistema operativo proprio che potrà aggiornarsi over-the-air. Ancora nessun prezzo annunciato, tuttavia Mean Metal Motors ha già iniziato ad accettare prenotazioni.

Parlando di auto veloci prodotte da paesi storicamente poco avvezzi all'industria automobilistica non può che venire in mente l'albanese Arrera SD+, che promette 500 km/h di punta. Viene invece da Dubai la Devel Sixteen, attualmente in fase di test in Italia.

FONTE: Motor1
Quanto è interessante?
1
Il Mondo delle AutoIl Mondo delle AutoIl Mondo delle AutoIl Mondo delle AutoIl Mondo delle AutoIl Mondo delle Auto