Incidenti in monopattino elettrico: la Lombardia vorrebbe un nuovo stop?

Incidenti in monopattino elettrico: la Lombardia vorrebbe un nuovo stop?
di

Che sia per un motivo o per un altro, i monopattini elettrici sono da meno di un anno nell'occhio del ciclone nel nostro Paese. Prima la loro messa al bando, poi l'equiparazione alle normali biciclette, l'arrivo del Bonus Mobilità 2020 e i primi incidenti gravi. Qualcuno del resto vorrebbe ancora toglierli dalle strade in attesa di leggi migliori.

Sui monopattini elettrici ne abbiamo già sentite di tutti i colori, c'è chi li ha guidati in autostrada, chi ha usato una borsa frigo come sellino, chi invece purtroppo è finito in ospedale o addirittura ha perso la vita. Pensiamo all'impiegato 60enne di Budrio rimasto ucciso dopo essersi scontrato contro una vettura guidando il suo monopattino.

La notizia ha fatto ovviamente scalpore, la morte dell'uomo ha avuto più riflettori delle quasi 500 vittime della strada nella prima metà del 2020 (cifra aggiornata al giorno dell'incidente), giustamente lo abbiamo detto, i monopattini sono nell'occhio del ciclone...

Per questo motivo Riccardo De Corato, assessore alla Sicurezza della Lombardia di Fdi, vorrebbe censire i monopattini sulle strade, rendere obbligatoria un'assicurazione e il casco. Inoltre, "fino all'arrivo di una normativa precisa in materia", De Corato vorrebbe rimuovere nuovamente i monopattini in sharing dalla strada, provvedimento che metterebbe per l'ennesima volta in ginocchio delle aziende che hanno già subito due stop nell'ultimo anno, il primo per l'assenza di leggi, il secondo per il lockdown.

In realtà, come abbiamo più volte raccontato, le nuove regole in materia di monopattini elettrici già esistono, c'è solo bisogno che la gente le conosca e le rispetti - e forse in più potremmo auspicare l'obbligo del casco a tutti, non solo ai minorenni. Meglio investire nell'informare gli utenti, soprattutto i giovanissimi, o bloccare di nuovo tutto quanto?

FONTE: Open
Quanto è interessante?
1